martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 19:14
2 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:25

Nel weekend in Umbria la «Festa dei musei», domenica ingress gratuiti. Il programma delle iniziative

Evento nazionale voluto dal Mibact che avrà al centro il rapporto tra musei e paesaggi culturali

Nel weekend in Umbria la «Festa dei musei», domenica ingress gratuiti. Il programma delle iniziative
Tempietto sul Clitunno (foto Fabrizi)

Avrà al centro il rapporto tra musei e paesaggi culturali la «Festa dei musei» che andrà in scena anche in Umbria sabato e domenica. «In coincidenza con la XXIV Conferenza generale dell’Icom (International council of museum) per la prima volta organizzata a Milano dal 3 al 9 luglio, il Mibact – spiega il Ministero in una nota – celebrerà questa straordinaria iniziativa, solitamente dedicata agli specialisti, dando vita alla prima edizione della “Festa dei Musei”, un grande evento nazionale alla cui realizzazione concorreranno non solo i principali musei statali, ma anche tutte le realtà pubbliche e private che desidereranno aderire». Il tema, come accennato, sarà quello del rapporto tra musei e paesaggi culturali, argomento individuato da Icom per il congresso di Milano. Per tale occasione, nella giornata di sabato, oltre il consueto orario ordinario, sarà prevista un’apertura straordinaria serale al costo simbolico di 1 euro, mentre per la giornata di domenica l’ingresso sarà gratuito come ormai avviene in occasione della prima domenica del mese.

Luoghi aperti Sabato sera saranno aperti al costo di un euro il Teatro romano e Antiquarium di Gubbio, l’Ipogeo dei Volumni a Perugia, a Terni l’area archeologica di Carsulae e a Orvieto la necropoli etrusca del crocifisso del tufo. Quanto alle iniziative, ne sono state organizzate alla villa Colle del cardinale, a Spoleto, Gubbio e Campello. Domenica invece ingresso gratuito alla Galleria nazionale dell’Umbria, Museo archeologico nazionale, Ipogeo dei Volumni e la necropoli del Palazzone a Perugia. A Gubbio porte aperte per il palazzo ducale dalle e il Teatro romano. A Spoleto invece il Museo del Ducato, il Museo archeologico e il teatro romano. A Campello sarà poi aperto il Tempietto sul Clitunno, mentre a Orvieto porte aperte per il Museo archeologico statale e per la necropoli di Crocifisso del Tufo. A Terni sarà possibile godere delle bellezze dell’area archeologica di Carsulae e a San Giustino si potrà visitare il castello Bufalini.

GLI EVENTI

Eredità culturale A tutte le categorie possibili di pubblico sarà integralmente dedicata la giornata di domenica, con eventi incentrati sul tema della partecipazione al patrimonio e largo spazio riservato a tutte quelle associazioni di cittadini e volontari che concorrono quotidianamente alla vita e alle attività di musei e luoghi della cultura. Una tematica, quest’ultima, prescelta per dare maggiore risalto a quei valori promossi dalla Comunità europea per tramite della Convenzione di Faro del 2005, un testo in attesa di ratifica da parte del nostro Parlamento che, tra le sue definizioni cardine, prevede concetti come quelli di «eredità culturale» e «comunità di eredità» che pongono finalmente l’attenzione sul valori anche immateriali del nostro patrimonio e sul concorso dei cittadini alla sua valorizzazione, come espressione più alta dei principi di eguaglianza.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250