giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 22:23
4 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:13

Narni, cinquanta eventi con artisti di 30 paesi: ecco il festival ‘Luci della Ribalta’

Dal 14 al 28 agosto in concerto anche Chiesa e Sarcevic, Menanteau costruirà un violino di fronte al pubblico. Tra le location Palazzo dei Priori, Loggia degli Scopoli e Carsulae

Narni, cinquanta eventi con artisti di 30 paesi: ecco il festival ‘Luci della Ribalta’

Due settimane, cinquanta eventi e artisti provenienti da oltre 30 paesi del mondo. Questi i numeri del festival internazionale Luci della Ribalta-Masterclass 2016 di scena a Narni dal 14 al 28 agosto quando la musica entrerà anche a Palazzo dei Priori e Loggia degli Scopoli, location recentemente recuperate e subito inserite nel programma della manifestazione.

Festival internazionale Luci della Ribalta Il programma e le iniziative sono state presentati giovedì in una conferenza stampa a Palazzo Bazzani alla presenza del presidente della Provincia di Terni e sindaco di Terni Leopoldo di Girolamo, della presidente dell’associazione Mozart Italia Terni Anais Lee, che organizza il festival, e del segretario dell’associazione Daniele d’Angelo. Presenti anche l’assessore comunale di Narni alla cultura Gianni Giombolini, la direttrice generale della camera di commercio Elisabetta Piandoro e l’imprenditore Alessandro Mariotti in rappresentanza dello sponsor premium partner dell’edizione 2016. Molti gli artisti di grande qualità che suoneranno al festival come il clarinettista Aron Chiesa, che aprirà la rassegna il 14 agosto con un concerto nella corte di Palazzo del Podestà, sede del Comune, e l’orchestra del festival Luci della Ribalta, diretta dal maestro Alessandro Vitale che si esibirà il 24 agosto nell’ex chiostro di Sant’Agostino, insieme ad otto solisti di fama mondiale.

Il liutaio Menanteau costruirà un violino di fronte al pubblico Per la prima volta il festival andrà anche in trasferta, al teatro romano di Carsulae appena restaurato, dove il 23 agosto, si terrà un concerto di musica classica alla presenza di Manuel Paruccini, primo ballerino del teatro dell’Opera di Roma. E’ invece un ritorno quello della pianista Natasa Sarcevic, docente della London College of Music e del maestro liutaio Mathias Menanteau che costruirà un violino di fronte al pubblico. Durante la conferenza stampa è stato sottolineata da tutte le istituzioni la grande qualità del festival e la sua capacità di integrarsi con Narni e di contribuire alla crescita del territorio provinciale. «Stavolta – ha affermato la presidente Lee – non avevamo la solita sicurezza di poter fare davvero questa sesta edizione, poi pian piano abbiamo scoperto tanta passione e tanta voglia di partecipare e questo ha rafforzato lo spirito di collaborazione di tutti permettendo di trovare forze e risorse per andare avanti e fare, speriamo, anche quest’anno una bella edizione».

Masterclasses Per quanto riguarda invece il Masterclasses hanno rinnovato la loro presenza gran parte dei docenti internazionali delle precedenti edizioni, che, oltre all’aspetto didattico, svolgono attività concertistica libera o sono prime parti in importanti orchestre europee. In particolare i docenti provengono da importantissime formazioni quali: Orchestre de l’Opera de Paris, Gewandhausorchester di Lipsia, Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam, Teatro la Fenice, Teatro dell’Opera di Roma, Teatro alla Scala di Milano, Teatro Massimo Bellini di Catania, Università del Mozarteum di Salisburgo, Royal College di Londra, Istituto Superiore Svizzero e Università di Belgrado.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250