mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:32
28 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:56

‘Narni abbatte i muri’ organizza maxi cena per inviare un’unità mobile sulle rotte dei migranti

Raccolta fondi con 300 commensali per offrire assistenza ai profughi nell'area dei Balcani

‘Narni abbatte i muri’ organizza maxi cena per inviare un’unità mobile sulle rotte dei migranti

Narni abbatte i muri. Intorno a questo messaggio di integrazione e solidarietà si sono trovate circa trecento persone per la maxi cena di raccolta fondi al Pala Avis di Narni Scalo, organizzata dall’omonima rete di realtà attive nel territorio che hanno voluto organizzare l’evento per denunciarela tragica situazione dei profughi che fuggono da guerre e persecuzioni.

Narni abbatte i muri Tra queste Arci Terni, Arciragazzi Narni, associazione San Martino, Acli, Legambiente, Narni per la Pace, Avis, Centri sociali Ancescao, Sloow food Terre dell’Umbria meridionale e altre organizzazioni locali. Il progetto Rotte migranti si pone come obiettivo principale quello di aiutare coloro che fuggono dalle guerre sulle rotte che attraversano. L’idea di base è di creare un’unità mobile che si muova nei luoghi della rotta balcanica dove si stanno sempre più raccogliendo i rifugiati provenienti soprattutto da Siria, Iraq e Afghanistan per offrirgli la possibilità di connettersi ad internet, ricaricare il cellulare, ricevere informazioni sulle strade sicure da percorrere.

Maxi cena di raccolta fondi L’iniziativa delle rete di associazioni Narni abbatte i muri è stata realizzata col sostegno del Comune di Narni e del Progetto Sprar Hope gestito da Arci Terni, San Martino e associazione Laboratorio Idea, con l’adesione dell’azienda pubblica di servizi alla persona Beata Lucia di Narni. Durante la serata sono state presentati dei reportage fotografici dal campo profughi di Idomeni, alla frontiera tra Grecia e Macedonia, ma anche alcune iniziative d’integrazione realizzate nel territorio come quelle al Parco dei Pini con gli ospiti dei progetti di accoglienza. I ragazzi delle strutture di Amelia, Narni e Ferentillo si sono peraltro esibiti in un concertino.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250