lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 10:45
1 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:49

Mostra Venezia, l’Umbria bussa al grande cinema: «Siamo un set naturale»

Il vicepresidente Paparelli con Fabio Melelli nella laguna: «Cuore verde anche il luogo dell'amore. Turisti, venite senza paura»

Mostra Venezia, l’Umbria bussa al grande cinema: «Siamo un set naturale»

«L’Umbria come luogo del cinema e come luogo dell’amore sono fra i prodotti di marketing territoriale su cui punta la Regione Umbria e che promuoviamo qui, alla Mostra del Cinema di Venezia, in un contesto prestigioso dove il ‘cuore verde d’Italia’ intende presentare non solo la sua vocazione turistica, fatta di paesaggi, cultura e spiritualità, ma anche la propria aspirazione a puntare sull’industria cinematografica in grado di generare cultura e sviluppo». Nella sede del prestigioso Hotel Excelsior al Lido di Venezia, la Regione Umbria ha fatto il punto sul turismo, focalizzando l’attenzione sulle iniziative connesse con il Cinema. A parlarne, nella cornice internazionale della 73esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica, nel corso della tavola rotonda moderata dall’opinionista Klaus Davi, il vicepresidente Fabio Paparelli, il regista Luca Manfredi e il giornalista e critico cinematografico, autore del Libro “L’Umbria sullo Schermo”, Fabio Melelli.

Umbria set cinematografico Durante l’incontro sono state presentata al pubblico selezionato della Biennale le azioni di marketing territoriale rivolte, in particolare, al settore delle produzioni cinematografiche. Spazio anche alla valorizzazione dei principali prodotti turistici di punta, a partire da quello del wedding, che viene lanciato, in anteprima nazionale, proprio da Venezia, attraverso un’importante campagna di comunicazione ed una pubblicazione dedicata. L’Umbria, dunque, si propone come naturale set cinematografico, tra luoghi del cinema e scenari d’amore.

Il terremoto e il turismo «Noi – ha affermato Paparelli – siamo vicini ai nostri concittadini che hanno subito i maggiori danni ai loro immobili dal recente evento sismico, ma possiamo andare fieri della nostra capacità di prevenire e reagire a questi eventi che fortunatamente non hanno comportato nessun danno o rischio alle persone. Certo l’informazione che in qualche caso è stata anche un po’ distorta, specie alle battute iniziali, ci ha danneggiato ulteriormente colpendo la nostra industria per eccellenza che è il turismo. Ringrazio davvero quanti hanno fatto sentire la loro vicinanza, a tutti livelli, ma se posso permettermi una battuta credo che il modo migliore per aiutare l’Umbria è quello di venire a trovarci senza esitazione per trascorre qualche giorno di vacanza in un contesto di straordinaria bellezza e pace».

Cinema e promozione Secondo Paparelli «l’Umbria cuore verde d’Italia si promuove nel contesto prestigioso della Mostra del Cinema per dare attuazione alle proprie attività di marketing territoriale focalizzando, in particolare, l’attenzione su due prodotti. L’Umbria dei luoghi del Cinema e l’Umbria dei luoghi dell’amore. Per quanto riguarda il cinema abbiamo deciso di promuoverci, anche in vista della nuova film commision, il cui bando per l’aggiudicazione scadrà il prossimo 19 settembre, presso questa splendida location con l’obiettivo di promuoverci direttamente e per attrarre produzioni legati al cinema e alla tv».

L’Umbria e l’amore L’altro prodotto turistico presentato, oggetto anche della campagna di comunicazione già visibile sui traghetti di Venezia, è quello del Wedding. Il progetto ‘Love me in Umbria’ in collaborazione con la casa editrice Luna Argento consiste nella prima guida dell’Umbria dedicata ai luoghi dell’amore. La pubblicazione, voluta e condivisa con gli operatori turistici della Regione, racconta l’Umbria a partire dalle suggestioni e dalle emozioni che sa evocare, promuovendo ed esaltando un’esperienza di viaggio davvero unica, impreziosita da un’offerta turistica e ricettiva di grande qualità. «Sfogliandone le pagine – ha dichiarato Paparelli – si scopre l’essenza di una destinazione intimamente romantica, ricca di spunti e opportunità da vivere e condividere in occasioni uniche e speciali, come la promessa d’amore, il matrimonio, la luna di miele e il rinnovo della promessa, in una terra dove è nato San Valentino, Patrono degli Innamorati, e che ha dato i natali a San Francesco e Santa Chiara, simboli per eccellenza di affinità elettive». ‘LovemeinUmbria”, è la quarta pubblicazione in versione cartacea della collana LOVEMEIN ITALY dedicata al turismo romantico in Italia. È un racconto emozionale ricco di aneddoti e curiosità, una guida unica e originale ai luoghi più idilliaci per innamorarsi, sposarsi, vivere l’amore nel cuore verde d’Italia. Scatti d’autore per la copertina di Riccardo Giommetti e tante immagini che scorrono pagina dopo pagina, realizzate da un team di fotografi specializzati nel wedding. Alcune fotografie sono state realizzate da Steve McCurry. In una speciale sezione, ‘A regola d’arte’, si evidenzia la maestria dei prodotti artigianali, mentre in ‘Umbria Lovers cooking’ si assapora l’eccellenza dell’enogastronomia, che vanta vini rinomati in tutto il mondo. Chiude la pubblicazione un inserto con i luoghi in cui è possibile celebrare i matrimoni con rito civile.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250