domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:59
8 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:46

Mostra internazionale del merletto a Panicale, via alla IV edizione di ‘Fili in trama’

Eventi legati al mondo del ricamo: il tema per l’edizione 2016 è quello dell’utilizzo delle fibre naturali nella tessitura

Mostra internazionale del merletto a Panicale, via alla IV edizione di ‘Fili in trama’

di B.M

Presentata giovedì 8 settembre alla stampa la quarta edizione di Fili in Trama, l’appuntamento annuale a Panicale con la Mostra internazionale del merletto e del ricamo. Sono intervenuti alla conferenza Donatella Porzi, presidente dell’assemblea legislativa Regione Umbria, Francesca Caproni, Associazione «La Trama di Anita», Marco Mannarelli, coordinamento manifestazione e Luciano Lepri, storico e critico d’arte per la mostra pittori naif.

La Mostra La IV edizione di Fili in Trama ha un calendario ricco di eventi legati al mondo del ricamo e non solo, tante le iniziative che arricchiscono il programma: dagli eventi culturali a quelli ricreativi, dai momenti espositivi alla convegnistica. «Una manifestazione che cresce di qualità col passare delle edizioni – ha detto la presidente Porzi – e che recupera e valorizza il patrimonio del territorio di Panicale». «Sarà un’edizione ricca – ha spiegato Francesca Caproni – ci saranno oltre 60 espositori provenienti da ogni parte d’Italia e da tre paesi europei: Portogallo, Francia e Germania. Sarà rappresentata anche l’esperienza di alcune ricamatrici di Congo – Brazzaville».

Espositori Promuovere il territorio e l’Ars Panicalensis continuano ad essere gli obiettivi di fondo della fiera, che rimane legata al tema della bellezza e delle eccellenze, che a Panicale, uno dei borghi più belli d’Italia, si incontrano in un affascinante connubio attraverso il quale, nel ricamo su tulle di Panicale, la tradizione diventa arte. Per l’edizione 2016 ci saranno oltre 60 espositori, la maggioranza composta da scuole di ricamo, o comunque associazioni che si occupano della tutela e della valorizzazione delle varie tecniche in Italia e all’estero.

Fibre naturali Il tema per l’edizione 2016 è quello dell’utilizzo delle fibre naturali nella tessitura e nel ricamo. Saranno a Panicale espositori che si occupano di tinture naturali dei fili, il Museo della canapa di Sant’Anatolia di Narco, antenna dell’Ecomuseo della Dorsale Appenninica Umbra, produttori e tessitori con lana d’Alpaca, esperti in produzioni di sete attraverso la coltivazione del baco da seta, specialisti di tintura naturale con le ginestre, produttori dl cashmere e angora. Il tema della manifestazione sarà anche oggetto di un convegno «L’utilizzo delle fibre tessili naturali e rinnovabili: un’occasione per lo sviluppo economico e sociale», che si terrà sabato 17 settembre alle 0re 17 presso la sala comunale.

Le Mostre Tante le mostre e le esposizioni che animeranno le vie, le strade, le vetrine del centro storico di Panicale fino a Tavernelle: mostra itinerante cartoline antiche foto antiche e moderne, tutte le vetrine verranno allestite di cartoline antiche dell’arte del ricamo dal mondo a Panicale, mostre e addobbi del paese, in tutta la città saranno presenti seggiole rivestite di fiori e tulle che segnaleranno le strade, mostra di pittura «L’Arte naif incontra Panicale e i suoi merletti» e presentazione del catalogo a cura di Luciano Lepri. La mostra rimarrà aperta al pubblico dal 16 settembre al 2 ottobre 2016 presso il museo del Tulle.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250