giovedì 29 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:12
10 settembre 2016 Ultimo aggiornamento alle 15:16

Monteluce riprende vita con Sant’Erminio in festa e il palio dei rioni: «Ci siamo ripresi il quartiere»

Ritornano i giochi storici interrotti nel 1996 e i cittadini ritrovano uno spirito unitario di appartenenza: straordinaria partecipazione

Monteluce riprende vita con Sant’Erminio in festa e il palio dei rioni: «Ci siamo ripresi il quartiere»

MULTIMEDIA

Guarda le foto

«Una partecipazione così non me la sarei mai aspettata», Alberto Mastroforti presidente storico del circolo Arci di Sant’Erminio, commenta così il risultato dell’edizione 2016 di ‘Sant’Erminio in festa e il palio dei rioni.

FOTOGALLERY

Sant’Erminio in festa «Tantissimi i cittadini del quartiere e del resto della città – ha detto al telefono a Umbria24 – che hanno voluto esserci e partecipare a questo appuntamento che non è soltanto una semplice festa, ma è un segno chiaro, un impegno da parte di tutti a rimettere in vita Monteluce, dopo che il quartiere è completamente morto per gli impegni disattesi a seguito del trasferimento dell’ospedale».

I particolari I cittadini, l’Arci di Sant’Erminio, i volontari sono a lavoro da tre mesi per i lavori di ammodernamento delle strutture come quelle della cucina per un progetto nato da Alberto Mastroforti e accolto da tutti i destinatari: mettere insieme tutte le associazioni, compresa la parrocchia, per un’azione compune di partecipazione attiva al fine di rivitalizzare l’intero quartiere. Partendo da Sant’Erminio in festa per riprendere la pianificazione delle attività culturali, a partire dal giorno dopo l’edizione 2016, ovvero da lunedì visto che domenica si chiude la rassegna. Appuntamento straordinario quello conclusivo con la premiazione dei rioni. E già perchè in questa rinascita sono stati recuperati gli antichi giochi, il palio interrotto nel 1996. I rioni di Monteluce, Sant’Erminio e via Eugubina bassa si sono sfidati in tante competizioni, dalla pallavolo, al calcetto, dalla caccia al tesoro al ping pongo fino ai giochi popolari che ci saranno domenica con la premiazione finale. Non sono mancate le richiestissime cene del circolo di Sant’Erminio, note ai Perugini, per l’alta qualità di questa cucina, garantita dalle volontarie del quartiere, a cui va il ringraziamento sia del presidente Alberto Mastroforti che dell’Arci di Perugia. Ma anche momenti culturali e incontri come quello con Giacomo Sintini che ha catturato l’attenzione dei presenti fin oltre mezzanotte. «Vogliamo continuare così – conclude Mastroforti – con uno spirito unitario insieme a tutte le associazioni della zona, vogliamo rappresentare un modello per la città di Perugia. Tutti sono invitati domenica per la chiusura della manifestazione».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250