lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 00:30
5 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:50

Mini-Nodo di Perugia, maggioranza in Regione accelera: «Subito tratto fino a Sant’Andrea delle Fratte»

Pd e Psi prendono atto dei costi enormi dell'intero tracciato e firmano una mozione: «Dare risposte concrete per alleggerire peso del traffico»

Mini-Nodo di Perugia, maggioranza in Regione accelera: «Subito tratto fino a Sant’Andrea delle Fratte»
Un tratto della E45 a Ponte San Giovanni

Dopo la Quadrilatero, si proceda con il Nodo di Perugia, almeno per il tratto tra Madonna del Piano e Sant’Andrea delle Fratte. Lo chiedono i consiglieri regionali di maggioranza Giacomo Leonelli, Gianfranco Chiacchieroni, Carla Casciari, Marco Vinicio Guasticchi, Attilio Solinas (Pd) e Silvano Rometti (SeR), che hanno presentato una mozione per impegnare la Giunta regionale a mettere in campo tutte le azioni necessarie presso il Governo nazionale per l’immediata realizzazione. Già da qualche mese avanza l’idea di abbandonare la realizzazione dell’intero stralcio Madonna del Piano-Corciano, opera faraonica da 1,2 miliardi di euro, per concentrare gli sforzi sulla sua versione ridotta. «Si tratta – aveva spiegato qualche mese fa la presidente Marini – di un’opera strategica da inserire nel oppiano di finanziamenti ordinari. Va realizzata per cercare di risolvere il problema del congestionamento dell’area».

Maggioranza accelera Ora la maggioranza sembra accelerare. con la mozione da discutere in Aula. Nell’atto viene ricordato che il ‘Nodo di Perugia’ è un’opera che, una volta realizzata, collegherà due importanti arterie stradali quali la E45 Orte-Ravenna ed il raccordo autostradale Perugia-Bettolle bypassando l’area urbana della città di Perugia. I consiglieri regionali della maggioranza evidenziano come, «negli anni la Regione Umbria ha più volte manifestato l’urgenza di realizzare quest’opera, strategica per l’intera viabilità regionale, anche in considerazione dell’avvenuto completamento viario della Quadrilatero Umbria-Marche (SS77 Valdichienti e Perugia-Ancona) e dell’imminente adeguamento funzionale della E45 (Orte-Ravenna) con un conseguente maggior afflusso di traffico».

Difficoltà per intero tratto Nella mozione viene ricordato che «il ‘Nodo’ si compone di due parti: il tratto tra Corciano e Madonna del Piano (circa 14,6 Km) che costituisce, di fatto, una variante rispetto al tratto urbano del raccordo autostradale Perugia-Bettolle (approvato dal Cipe a novembre 2006); la variante alla E45 tra Madonna del Piano e lo svincolo di Collestrada (circa 5,5 Km) approvata dal Cipe nel dicembre 2006. Lo stesso Cipe ha approvato tra l’altro, il progetto preliminare accertando la compatibilità ambientale dell’opera». I consiglieri firmatari sottolineando che «la realizzazione del tratto stradale tra Corciano e Madonna del Piano consentirebbe di allontanare dalle zone più congestionate della città i traffici di attraversamento e di realizzare un nuovo accesso alla città in prossimità dell’ospedale e di una una vasta zona commerciale e industriale», prendono atto delle «difficoltà incontrate fino ad oggi per reperire le risorse necessarie alla realizzazione di questo tratto, pari a circa un miliardo di euro».

Agire in breve tempo Per gli esponenti della maggioranza è comunque «necessario ipotizzare ulteriori soluzioni, economicamente sostenibili, che possano nel breve periodo rispondere alle criticità di traffico. Nelle proposta del nuovo Piano regionale dei trasporti 2014-2024 – spiegano – è prevista una serie di interventi relativi alla E45 e al ‘Nodo di Perugia’ che intendono offrire risposte concrete all’interno della durata del Piano stesso. E tra gli interventi – concludono – è prevista la realizzazione di una viabilità di raccordo tra il nuovo svincolo di Madonna del Piano e l’area di Sant’Andrea delle Fratte, nonché l’area del Polo ospedaliero regionale».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250