lunedì 23 settembre - Aggiornato alle 18:27

In Umbria un terremoto ogni 10 anni in media, l’inchiesta nella storia: analisi di 12 secoli di dati

Chi non ha mai sentito dire che in Umbria, ogni 10 anni, avviene un terremoto? Da qui si è partiti per analizzare i dati a disposizione, in gran parte raccolti dall’osservatorio sismico Andrea Bina nel documento ‘Ricostruzione e studio dei principali terremoti verificatisi a partire dal III secolo A.C.’ di Paola Pagana, che vanno dagli scritti di Tito Livio che iniziano a parlare dei terremoti in Umbria fin dal 217 avanti Cristo, fino agli ultimi accadimenti del 2016.due diversi studi: il primo analizza i dati per risalire a una media di frequenza annua sia in tutta la regione che comune per comune, su una base di 1200 anni e per la precisione, di un periodo che va dall’801 ad oggi. Si è scelto questo range perchè a partire da questa data si hanno dati con una sequenza priva di periodi di “vuoto”, inteso come mancanza di testimonianze o scritti. Va precisato che per terremoto, in questo caso, consideriamo un evento sismico con ricadute sociali e di cui c’è quindi testimonianza. Tenuto conto del fatto che la misurazione dei terremoti risale a un’ epoca più recente rispetto a quella presa in considerazione. Nel secondo, invece, troviamo una cronistoria su una linea di tempo che parte dal primo evento sismico di cui si ha testimonianza (217 A.C.) fino ad oggi, tappa per tappa.

I Grafici. Interagisci con i grafici con la frequenza sismica regionale e su base comunale: ferma il mouse sul comune e attendi che compaia la finestra con i dati.

A seguire la Timeline

La Timeline

 

Cosa dicono i dati. I momenti di grande interesse ma anche i dati interessanti che emergono sono tanti, come quando nell’801 se non fosse stato per il fatto che Carlo Magno era a Spoleto, probabilmente non avremmo avuto testimonianza di questo evento sismico o, come quando nel 1279, una forte scossa distrusse mezza città di Nocera Umbra, causando molte vittime o, ancora, quando a Norcia, nel 1328, ci furono, probabilmente, oltre 1000 morti. Ma i dati ci parlano anche di quale sia il comune con il più alto numero di eventi sismici, che non è da confondere con la località che ha subito, nella storia, più danni, ma quella in cui ci sono stati più terremoti. Ci parlano anche di quale sia la località con la frequenza media sismica più alta, ovvero l’arco temporale più breve in cui si verificano scosse sismiche e molto altro ancora.

Un Terremoto ogni 11 anni? Ebbene si, alla domanda se sia vero che in Umbria avviene un terremoto ogni 10 anni, i dati rispondono: in media si. Ovvero se prendiamo i 1200 anni che vanno dall’801 ad oggi e li dividiamo per il numero complessivo dei terremoti di cui si ha testimonianza, il risultato è 10 anni e 8 mesi, arrotondato a 11 anni.

I Grafici. Interagisci con i grafici con la frequenza sismica regionale e su base comunale: ferma il mouse sul comune e attendi che compaia la finestra con i dati.