lunedì 25 marzo - Aggiornato alle 04:52

Umbria: gli errori dei magistrati costano quasi mille euro al giorno

Processi alla giustizia più sbagliata d’Italia. La rassegna delle ingiuste detenzioni

In Umbria viene risarcito il carcere per errore come in nessun’altra regione d’Italia. I numeri del ministero della Giustizia non lasciano scampo: nel primo trimestre del 2016 gli errori giudiziari liquidati dalla Corte d’appello di Perugia ammontano a 3.493.342 euro. Valore netto 3.493.330. Poco meno di 3,5 milioni di euro per sei ordinanze. E’ un numero incredibile che riguarda sentenze sbagliate provenienti dalla Capitale e giudicate per competenza territoriale dal distretto umbro. Nella nostra regione la giustizia sbagliata, invece, costa quasi mille euro al giorno: nove fascicoli, nel 2015, ci sono costati 328.529 euro. Tra errori giudiziari e ingiuste detenzioni dal 1° gennaio al 31 marzo 2016 l’Italia ha speso poco più di 15 milioni di euro. In questo dannato calcolo la Corte d’appello di Perugia è in testa alla classifica ed incide per il 22,7 per cento.