mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 20:48
12 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 07:33

Maxi carico di hashish dalla Spagna a Perugia: sequestrati 25 kg, quattro arresti

Blitz dei carabinieri a Ponte San Giovanni, in manette un perugino 23enne e un 32enne spoletino. Con sé avevano 65 mila euro in contanti: servivano per pagare la partita di droga

Maxi carico di hashish dalla Spagna a Perugia: sequestrati 25 kg, quattro arresti

MULTIMEDIA

Guarda le foto

di Ivano Porfiri

Un carico di droga dalla Spagna all’Italia che avrebbe rifornito la piazza di Perugia e della provincia. I carabinieri della compagnia di Spoleto hanno sequestrato 25 kg di hashish e 65 mila euro in contanti in un’operazione scattata lunedì scorso a Ponte San Giovanni. Arrestate in flagranza quattro persone con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti: uno spoletino di 32 anni, un perugino di 23, una spagnola di 28 e un marocchino di 47. Secondo l’ipotesi investigativa i soldi erano un anticipo per la droga il cui valore all’ingrosso è di 150 mila euro circa ma che al dettaglio avrebbe fruttato oltre 300 mila euro.

FOTOGALLERY: LA DROGA

Controllo capillare «A distanza di pochi giorni dall’operazione di Foligno, una nuova importante attività – ha sottolineato il comandante provinciale dell’Arma, Cosimo Fiore -. Non è un caso, bensì frutto del controllo del territorio che, dall’inizio dell’anno giubilare, è stato rafforzato con finalità di antiterrorismo, ma che fa scoprire anche altri crimini». In particolare, vengono monitorate le strade di accesso, le ferrovie, gli alberghi e soprattutto le persone con precedenti. «Come mai tanta droga a Perugia? Non è un dato così allarmante – ha affermato Fiore – in quanto i sequestri sono il frutto del capillare controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine. Anche il piccolo spacciatore vi assicuro che è fortemente preoccupato per la nostra azione di contrasto altamente incisiva».

Spoletino con precedenti A descrivere nei dettagli l’operazione il capitano Marco Belilli, comandante della compagnia di Spoleto. «Tutto è nato dall’osservazione del 32enne spoletino, che già nel 2012 era stato arrestato per un traffico di ovuli di hashish dalla Spagna nell’operazione ‘Clean Sweep’. Lunedì l’intuizione decisiva quando i nostri uomini lo hanno visto nei pressi di un albergo di Ponte San Giovanni in compagnia di un perugino 23enne anche lui pregiudicato e, a breve distanza, un’auto con a bordo una ragazza spagnola di 28 anni e uno spagnolo di origine marocchina di 47 entrambi residenti a Granada».

Droga nascosta La Renault Megane nera con targa spagnola condotta dalla donna ha fin da subito destato sospetti, per cui è scattato il blitz con le perquisizioni. Lo spagnolo aveva con sé un grande quantitativo di denaro, mentre lo spoletino altro contante nonché una modica quantità di hashish e cocaina. Da un primo controllo, i carabinieri hanno notato delle alterazioni nella carrozzeria della Megane, soprattutto nella zona del sedile posteriore. Portata in officina, è spuntata infatti una “porticina” rettangolare nella lamiera, chiusa con del mastice. All’interno 89 confezioni di hashish, già diviso in piccoli ovuli e in qualche caso in “stecche” pronte per essere smerciate al dettaglio. Il tutto sottovuoto per un peso complessivo di 25,200 kg di droga mescolata alla polvere di caffè per eludere eventuali controlli con i cani antidroga.

Manette I quattro sono stati quindi tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio. I 65 mila euro sequestrati (già chiusi nel cellophane e che sarebbero stati nascosti nel vano che all’andata aveva nascosto l’hashish) fanno pensare che potesse trattarsi della metà della somma dovuta per la droga, dal valore complessivo di circa 150 mila euro, mentre al dettaglio ne avrebbe fruttati almeno 300 mila. I carabinieri indagano ora – sotto la supervisione della procura di Spoleto – per capire se il carico fosse occasionale o se si sia scoperto un canale stabile di approvvigionamento. Per tutti e quattro gli arrestati si sono aperte le porte del carcere di Capanne.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250