venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:37
7 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:55

Luca Panichi ‘doma’ il Terminillo: nuova impresa dello ‘scalatore in carrozzina’

Durante la 'Terminillo Marathon' la salita degli ultimi 10 km in meno di 4 ore

Luca Panichi ‘doma’ il Terminillo: nuova impresa dello ‘scalatore in carrozzina’
Luca Panichi scala il Terminillo

Nuova impresa dello scalatore in carrozzina Luca Panichi. La salita è di nuovo il Terminillo affrontato negli ultimi 5 km lo scorso anno durante una tappa della Tirreno Adriatico sotto una bufera di neve. Domenica scorsa Luca, in concomitanza con la Terminillo Marathon, si è cimentato sugli ultimi 10 km in prossimità del secondo tornante, punto in cui le pendenze iniziano a rendersi importanti. 3h 55’ il tempo totale di percorrenza ad una media di 2,5 km/orari, la stessa che l’atleta realizzò nella scalata alla Tirreno-Adriatico, per una pendenza media totale del 7% ed una max del 12%.

LE IMPRESE DI LUCA PANICHI

Ennesima impresa Prestazione dunque di rilievo se si pensa che la distanza percorsa si è raddoppiata rispetto a quelle precedenti praticate sempre negli ultimi 5 km, e di una condizione climatica più sfavorevole all’atleta essendoci stato sole battente per quasi tutto il percorso. All’arrivo le nuvole hanno fatto la loro ricomparsa, permettendo all’atleta un arrivo più fresco e pimpante. Gli 800 atleti presenti in gara hanno condiviso ed incitato Luca Panichi in tutto lo svolgersi della salita, assistito egregiamente e con grande passione dai 2 fratelli Umberto e Luca. Lo scalatore è stato accolto con grande tripudio dai tifosi all’arrivo, portando con sé i colori della Bicicuorediabete onlus, a promuovere i valori dello sport, della vita e della solidarietà fra le persone. Luca ha così potuto colmare il gap di energia e di adrenalina venutosi a creare per la mancata partecipazione alla scalata del Passo Giau all’ultimo Giro d’Italia. Questa assenza gli ha procurato una doppia determinazione nell’affrontare le pendenze del Terminillo, nutrendosi di tutta la bellezza nel praticare uno sport con la solita grande passione ed efficacia che gli sono soliti. Il messaggio è quello che ormai si conosce e che Luca cerca di trasmettere ai ragazzi nelle scuole: quando si è protagonisti della propria vita e delle proprie passioni, non ci sono limiti od ostacoli così importanti e decisivi da impedire ogni gesto per percorrerli e perseguirli con gioia e gratificazione.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250