lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:02
14 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:22

Liceo mon amour, ‘pochi’ a tecnici e professionali: le scelte degli studenti per l’anno 2016/17

I dati delle iscrizioni online: lo scientifico sbanca superando il 20%, classico superato da Linguistico e Scienze umane. Solo il 4,9 fa un professionale in Industria o artigianato

Liceo mon amour, ‘pochi’ a tecnici e professionali: le scelte degli studenti per l’anno 2016/17

di Iv. Por.

Meno di 5 studenti su 100 in Umbria scelgono un istituto professionale con indirizzo Industria e artigianato, mentre oltre 20 si indirizzano al liceo scientifico, il tipo di scuola superiore che risulta più gettonata. Non spaventa, dunque, i giovani umbri la prospettiva, di intraprendere un percorso di studi lungo, faticoso e che, spesso, non paga. Almeno stando ai dati delle iscrizioni online all’anno scolastico 2016/2017, divulgati dal Miur. La procedura, aperta il 22 gennaio e chiusa un mese dopo, è stata scelta da una percentuale tra il 60 e il 70% degli umbri.

Liceo mon amour L’Umbria, insieme a Lazio, Abruzzo e Liguria, è tra le quattro regioni col più alto numero di iscritti ai licei e tra le ultime per i tecnici e i professionali. Stando alle percentuali, i licei vengono prediletti dalla maggioranza assoluta (il 56,8% più della media italiana del 52%), mentre il 26,7% (meno della media nazionale del 30,5%) opta per gli istituti tecnici e solo il 16,5% (in Italia il 17,5%) per i professionali. Tra i licei, come detto, vince nettamente lo scientifico con il 20,4% degli studenti per l’anno prossimo, ma il dato sale ancora se si sommano lo scientifico a indirizzo Scienze applicate (5,8%) e Sportivo (1,3%). Secondo è il Linguistico con il 9,8%, segue l’indirizzo Scienze umane con il 6,6% (cui si possono sommare l’1,8% che hanno scelto l’opzione Economia sociale), superando il classico (6,4%). Il 3,7% andrà all’Artistico. Chiude il Musicale con l’1%.

Tecnici e professionali Tra gli istituti tecnici il settore tecnologico (19,2%) supera quello economico (7,5%). Infine, tra i professionali, il settore Servizi (11,6%) batte quello Industria e artigianato (4,9%).

Medie ed elementari Dando un’occhiata alle scuole di grado inferiore, nella Secondaria di I grado, l’85,5% hanno scelto l’orario ordinario di 30 ore, il 13,6% il prolungato a 36 ore e solo lo 0,9% il prolungato fino a 40 ore. Nelle scuole primarie, il 40% opta per le 27 ore settimanali, il 28,3 per il tempo pieno a 40 ore, il 28,2 sceglie la soluzione fino a 30 ore e il 3,5% le 24 ore settimanali.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250