venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:30
9 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:34

Latitante minaccia la moglie: «Ti ammazzo». Preso dai carabinieri: «Sventato ennesimo femminicidio»

Il 39enne era stato condannato per maltrattamenti alla consorte. Rintracciato a Roma grazie a una scheda telefonica poi il blitz

Latitante minaccia la moglie: «Ti ammazzo». Preso dai carabinieri: «Sventato ennesimo femminicidio»
Al centro il capitano Marco Belilli

di Iv. Por.

«Possiamo dire di aver sventato un possibile nuovo femminicidio». Il capitano Marco Belilli, comandante della compagnia dei carabinieri di Spoleto, è categorico nel descrivere il profilo criminale del 39enne rumeno arrestato dopo un anno di latitanza: «È una persona pericolosissima, con tanti precedenti, anche per un tentato omicidio in ambito familiare. Ha minacciato più volte di morte la moglie, forse è tornato in Italia apposta».

Botte alla moglie L’operazione – descritta in conferenza stampa a Perugia – è stata messa a segno dai carabinieri di Preci, che da circa un anno erano sulle tracce dello straniero, condannato in via definitiva a 2 anni e 9 giorni dal tribunale di Spoleto per lesioni aggravate nei confronti della consorte e destinatario di un ordine di carcerazione. Il contesto in cui è maturata la vicenda è di grave disagio familiare. La coppia di connazionali viveva a Preci. Lui ha usato violenza diverse volte contro la moglie, anche davanti ai due figli. Fino a che lei ha deciso di mettere fine al suo calvario e si è arrivati alla denuncia e al processo.

La cattura del latitante Dopo la condanna, il 39enne si è reso irreperibile. Era ricercato in tutta Italia da circa un anno. Il 27 luglio scorso, i carabinieri scoprono che ha attivato un’utenza telefonica a San Cesareo, nella zona a sud di Roma, ma la usa talmente poco da non consentire di essere localizzato. I militari sanno che parte della sua famiglia vive a Tor Vergata. Così, immaginando un contatto iniziano servizi di pedinamento e osservazione per rintracciare il latitante, insieme ai carabinieri di Frascati. Domenica, in una delle case, viene individuato. Scatta immediato il blitz: catturato, l’uomo viene portato a Rebibbia.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250