sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 09:01
18 luglio 2016 Ultimo aggiornamento alle 16:38

L’arte umbra a Himeji, alla biennale di arte contemporanea in Giappone

Ecco i nomi di tutti gli artisti umbri che hanno partecipato per la prima volta all'appuntamento

L’arte umbra a Himeji, alla biennale di arte contemporanea in Giappone

MULTIMEDIA

Guarda le foto

Entusiasmo per l’inaugurazione della quinta edizione della Himeji Modern Art Biennale, rassegna artistica giapponese che quest’anno vede per la prima volta fra le fila dei suoi partecipanti, un nutrito gruppo di artisti italiani.

FOTOGALLERY

L’appuntamento Un primo “Spazio Italia” composto da diciannove artisti tutti convergenti e operanti a Spoleto o più generlamente in Umbria, che grazie alla qualità del loro lavoro e a quanto svolto dalla giovane associazione culturale spoletina Ovest – Iniziative per l’arte sul piano organizzativo e del coordinamento, con il supporto di Tae Kokawa – presidente dell’associazione culturale italo-giapponese Icigo – sono stati selezionati per prendere parte all’edizione 2016 dell’evento. L’inaugurazione, avvenuta il 13 luglio, ha visto la presenza, oltre che di un folto numero di pubblico, anche di autorità locali come il sindaco di della città Himeji che ha ringraziato personalmente sia gli artisti che gli organizzatori che hanno dato corpo a questa prima sezione dedicata esclusivamente ad autori italiani.

I partecipanti Gli artisti in mostra nel primo “Spazio Italia” della storia di questa Biennale nipponica, curato dal giovane critico d’arte spoletino Davide Silvioli, sono: Stefano Di Stasio, Paola Gandolfi, Gianluca Murasecchi, Giancarlo Colis, Graziano Marini, Roberto Pibiri, Alessandro Vignali, Robin Heidi Kennedy, Luciano Tittarelli, Fausto Segoni, Giovanni De Marchis, Silvia Maccioni, Francesco Ragni, Chiara Armellini, Federico Gentili, Sara Tosti, Yuko Otake, Nicola Severino e Stefano Spagliccia.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250