mercoledì 28 settembre 2016 - Aggiornato alle 05:26
17 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:59

L’arte incrocia il sociale: diversamente abili diventano pittori e scultori

Due mesi di iniziative della cooperativa sociale Ellelle di Foligno e Fondazione Cariperugia Arte

L’arte incrocia il sociale: diversamente abili diventano pittori e scultori

L’arte intreccia il sociale e diventa strumento formativo e terapeutico per i diversamente abili. Questo il senso dell’iniziativa che si è svolta a Palazzo Baldeschi organizzata dalla cooperativa sociale Ellelle di Foligno in collaborazione con la cooperativa ‘Ppalco’ e la Fondazione Cariperugia Arte, impegnate nella realizzazione di varie iniziative indirizzate a promuovere la funzione dell’arte nello sviluppo formativo scolastico ed extrascolastico. Grazie a questa sinergia è stato così ideato un progetto didattico che ha coinvolto sia bambini sia adulti con handicap psicofisici e che si è svolto in parte negli spazi museali di Palazzo Baldeschi, a Perugia, ed in parte nel centro di accoglienza diurna di Foligno gestito dalla Ellelle.

L’iniziativa Il programma, che si è sviluppato nell’arco di due mesi, è iniziato da alcuni incontri funzionali ad avvicinare i partecipanti ad alcune opere d’arte per poi convergere, dopo fasi graduali di approfondimento, nella realizzazione di disegni, ritratti e oggetti in creta raffiguranti gli oggetti osservati. I soggetti ispiratori sono stati selezionati dalle collezioni del pittore Giorgio Maddoli e dello scultore Antonio Ranocchia, due artisti umbri rappresentativi dell’arte del ‘900 a cui sono stati dedicati due percorsi espositivi allestiti dalla Fondazione Cariperugia Arte a Palazzo Baldeschi fino allo scorso 8 maggio. I destinatari del progetto si sono cimentati nella realizzazione di lavori individuali partendo dall’osservazione di paesaggi, volti, animali e, attraverso questa esperienza mediata del linguaggio figurativo e della manipolazione del materiale plastico, hanno potuto tradurre le emozioni e la creatività che l’osservazione delle opere ha suscitato in loro in straordinarie opere d’arte.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250