lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:01
26 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 20:47

La Sir Perugia si prepara alla finale scudetto contro Modena. De Cecco: «Ce la giochiamo»

La prima sfida si terrà domenica in casa degli emiliani. Giovedì l'appuntamento si rinnoverà al Palaevangelisti

La Sir Perugia si prepara alla finale scudetto contro  Modena. De Cecco: «Ce la giochiamo»

Quattro set sono bastati al Modena per disfarsi del Trento e volare in finale dove incontrerà la Sir Perugia: prima sfida prevista il 1 maggio in casa della squadra vincitrice, quest’anno, della coppa Italia. Gli emiliani saranno quindi ospitati dai Block Devils al Palaevangelisti giovedì 5 maggio,  per la seconda gara della serie.

La squadra Bianconeri con il morale alle stelle e pronti a far valere la carica impressionante alimentata dalle ultime due imprese, specialmente l’ultima con la Lube che partiva alla vigilia nettamente favorita rispetto al sestetto umbro. Dopo la meritata pausa di lunedì che ha fatto seguito al trionfo di domenica, il gruppo di Kovac ha sostenuto martedì  un  lavoro di scarico, ma soprattutto tecnico. Già dalle prossime ore il tecnico bianconero inizierà a dare precise istruzioni ai suoi giocatori in funzione della peculiarità degli avversari:  basti pensare ai vari Ngapeth, Brunonho, Lucas, Vettori, Petric che  praticano  un gioco velocissimo e di difficile lettura.

Modena di spessore A guidare la squadra in campo sarà il solito Luciano De Cecco, uno dei tanti argentini decisivi per il destino della Sir. «Intanto è evidente – ha affermato il regista del Perugia – che chiunque fosse stata la nostra avversaria, sarebbe stata durissima perché parliamo di due formazioni come Trento e Modena entrambe molto competitive, una finalista in Champions, l’altra vincitrice della Coppa Italia. Affronteremo Modena, una signora squadra con una storia importante e credo che per noi e per Perugia giocarci la finale sarà, oltre a quello che succederà in campo, molto importante. Tecnicamente Modena – ha continuato il giocatore della Sir – non ha bisogno di tante descrizioni. Ci sono grandi individualità. C’è un grandissimo palleggiatore come Bruninho. C’è Lucas, probabilmente il centrale più forte al mondo. C’è Vettori che sta facendo dei grandissimi playoff. Ci sono tre schiacciatori come Ngapeth, Petric e Nikic tutti grandi giocatori ed ognuno con il suo ruolo specifico al servizio della squadra. Ma noi ci siamo e vogliamo giocarcela alla grande! Come? Intanto pensando solo al campo, restando fuori da tutto quello che non riguarda il campo. E poi restando umili, con i piedi in terra, lavorando duro e lottando su ogni palla. Non credo esista un modo per affrontare una finale. Ogni partita – ha aggiunto –  è diversa dalle altre, nelle serie con Verona e poi con Civitanova lo abbiamo imparato. Credo che dopo aver perso gara 4 in casa con Verona nei quarti di finale nessuno avrebbe pronosticato un nostro arrivo in finale e sappiamo come è finita»

Il passato  Nella sua storia italiana, Luciano De Cecco  ha già sfiorato una volta lo scudetto. Era la stagione 2012-2013 quando con Piacenza perse in gara 5 a Trento la finalissima. A distanza di tre anni l’occasione per riprovarci: «Sinceramente non ci penso più di tanto – ha ammesso De Cecco – perchè penso a giocare e al campo. È il presente quello che conta, il futuro è un mistero. Quello che posso e voglio dire è che ho lavorato tanto per conquistare come gruppo e come protagonista questa finale. Nessuno mi ha regalato nulla, già essere in finale scudetto è una grandissima cosa e dimostra, a me stesso ed alla società di Perugia che mi ha dato fiducia, che sono in grado di lottare per obiettivi importanti. Poi è evidente che vincere è una cosa a cui ambiscono tutti».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250