venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 18:52
26 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 13:44

La procura: «Condannate Danut Barbu a trent’anni di carcere per l’omicidio della fidanzata a Gualdo»

Il pm ha spiegato che quello dell'affittacamere non è stato un delitto premeditato. Per la parte civile il romeno merita l'ergastolo. La difesa ha chiesto l'assoluzione per vizio di mente

La procura: «Condannate Danut Barbu a trent’anni di carcere per l’omicidio della fidanzata a Gualdo»
Ofelia Bontoiu e il suo assassino Danut Barbu

di En.Ber.

La procura di Perugia ha chiesto di condannare a trent’anni di reclusione Danut Barbu, il 29enne romeno che l’8 marzo 2014 ha ucciso la fidanzata Ofelia Bontoiu. Secondo il magistrato l’omicidio avvenuto nell’affittacamere di Gubbio, per quanto efferato, non era stato premeditato dall’assassino. Ofelia è stata colpita con un colpo alla testa e poi sgozzata con un taglierino. Perché? «Non voleva seguirmi in Inghilterra», ha spiegato l’imputato ai giudici della Corte d’assise di Perugia.

La difesa Secondo il legale di parte civile, che ha chiesto circa un milione di euro come risarcimento per i familiari della vittima, la pena richiesta dal pm è bassa. «Barbu meriterebbe l’ergastolo», ha scandito davanti alla mamma di Ofelia. Il difensore del romeno, Antonio Cozza, ha chiesto invece l’assoluzione per il vizio di mente del suo cliente. Domani la sentenza.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250