martedì 27 settembre 2016 - Aggiornato alle 17:33
19 aprile 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:54

La cultura giapponese sbarca a San Gemini: tutto pronto per l’edizione zero di ‘Bunka no matsuri’

Dal 24 al 26 giugno oltre cento artisti per scoprire tradizioni e musiche del Sol Levante

La cultura giapponese sbarca a San Gemini: tutto pronto per l’edizione zero di ‘Bunka no matsuri’
Cerimonia del te

Bunka no matsuri. Sbarca a San Gemini la cultura giapponese con l’edizione zero del festival che porterà nel delizioso borgo medievale oltre cento artisti del Paese del Sol Levante con performance gratuite che porteranno in Umbria dal 24 al 26 giugno tradizioni, musiche, danze e sport del Giappone.

La cultura giapponese sbarca a San Gemini L’evento, unico nel suo genere nel Centro Italia, è realizzato dall’associazione Caffeteatro San Gemini e dalla Fondazione Italia Giappone, con il patrocinio dell’ambasciata del Giappone in Italia, Istituto giapponese di cultura, Regione Umbria, Comune di San Gemini e Comune di Terni. Bunka no matsuri nasce in occasione dei 150 anni di rapporti fra Italia e Giappone e prende le mosse da un interesse profondo verso la cultura giapponese e la sua diffusione nel nostro Paese. ‘Matsuri’ è il termine giapponese che descrive i festival, siano essi di quartiere o di portata nazionale: Bunka No Matsuri sarà dunque la festa di tutti gli artisti che per tre giorni porteranno la cultura del Sol Levante in Umbria, consentendo l’incontro di due Paesi ricchi di storia, arte e tradizioni.

Bunka no matsuri dal 24 al 26 giugno A dare via al festival sarà, venerdì 24 giugno, il cerimoniale di apertura a cui prenderanno parte autorità italiane e giapponesi e la soprano Yoshiko Kurahara, in tour in Europa e nota a livello internazionale, che si esibirà sulle note degli inni nazionali. A seguire, nei tre giorni, i visitatori potranno scoprire antichi riti come preparazione del tè e vestizione del kimono, l’attività dei monaci zen, le arti decorative, gli sport e le danze ma potranno anche osservare i mestieri della tradizione giapponese come quello del togishi, il restauratore di lame, le tinture indaco e apprendere l’arte della scrittura giapponese, il tutto accanto a una mostra mercato di prodotti artigianali.

Due appuntamenti imperdibili Spettacoli di punta saranno gli appuntamenti a pagamento (adulto 10 euro, riduzione prevista per bimbi e famiglie) in programma sabato 25 e domenica 26 giugno alle 21.30 negli spazi dell’arena della Giostra dell’Arme di San Gemini, dedicati rispettivamente alla pratica delle arti marziali e alle danze tradizionali delle isole Ryukyu. Nell’ambito di Bunka no matsuri, che ha scelto anche il finanziamento con crowdfunding nella piattaforma BeCrowdy, si terranno diverse iniziative culturali, prima delle quali è rappresentata dall’incontro di presentazione del libro Haiku di Mario Polia, raccolta e traduzione di poesie della tradizione giapponese, in programma domani, mercoledì 20 aprile alle ore 17.30 presso la sala convegni del Garden Hotel di Terni.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250