domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 07:25
12 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:49

Inchiesta Um, Riesame annulla sequestri di carte. La procura non ci sta e rinnova il provvedimento

Lucio Caporizzi e Lucilla Pittoni torneranno al Riesame. Le ipotesi di reato contro dirigenti pubblici e manager riguardano la truffa aggravata, il falso e l'abuso d'ufficio

Inchiesta Um, Riesame annulla sequestri di carte. La procura non ci sta e rinnova il provvedimento
L'avvocato Francesco Falcinelli

di En.Ber.

Annullati dal tribunale del Riesame di Perugia i sequestri dei documenti disposti dalla procura di Perugia nell’ambito dell’inchiesta su Umbria Mobilità che vedi indagati manager di Um e Busitalia e dirigenti pubblici per truffa aggravata ai danni dello Stato, falso e abuso d’ufficio. Secondo il collegio composto dai giudici Giuseppe Narducci, Marco Verola e Annarita Cataldo il provvedimento non era adeguatamente motivato. Il magistrato inquirente però non ci sta e ha deciso di reiterare i sequestri con una motivazione più argomentata contro la quale certamente proporranno una nuova istanza al Riesame gli indagati Lucio Caporizzi e Lucilla Pittoni, rispettivamente difesi dagli avvocati Luca Gentili e Francesco Falcinelli. Secondo l’ipotesi accusatoria sarebbero stati falsificati i dati da inviare all’Osservatorio nazionale sui trasporti del ministero per non far perdere alla Regione Umbria sei milioni di euro del fondo nazionale.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250