lunedì 26 settembre 2016 - Aggiornato alle 09:02
5 giugno 2016 Ultimo aggiornamento alle 17:56

In Valnerina si apre il confronto sullo sviluppo delle aree interne: partita da 9 milioni di euro

L'11/6 convegno con amministratori locali e regionali per l'inaugurazione di Fior di Cacio

In Valnerina si apre il confronto sullo sviluppo delle aree interne: partita da 9 milioni di euro
Un angolo di Valnerina

Si aprirà a Vallo di Nella nell’ambito di Fior di Cacio il dibattito sulle opportunità del programma strategico nazionale per lo sviluppo delle aree interne in cui, dopo la battaglia dei sindaci del territorio, è stata inserita anche la Valnerina che potrà contare su 7,4 milioni di euro stanziati dalla Regione a cui si aggiungono 7,4 milioni in arrivo dal governo ma da ripartire con l’area Sud-Ovest Orvietano e l’area Nord-Est della fascia appenninica. Complessivamente per la Valnerina si tratta di una partita da circa 9 milioni di euro.

Valnerina e lo sviluppo delle aree interne L’appuntamento, inutile dirlo, rappresenterà un momento di confronto particolarmente importante per gli amministratori comunali e regionale che, sabato 11 giugno alle 10, si accomoderanno all’ex convento di Santa Maria. Il convegno sarà aperto dal sindaco di Vallo, Agnese Benedetti, e dalla presidente del consiglio regionale Donatella Porzi. Dopodiché sarà a tracciare il perimetro della partita strategica sarà il dirigente della Regione, Lucio Caporizzi, a cui seguiranno gli interventi dei sindaci di Norcia e Ferentillo, Nicola Alemanno e Paolo Silveri. Chiuderanno il confronto l’assessore regionale all’agricoltura Fernanda Cecchini e la presidente dell’Umbria, Catiuscia Marini.

Fior di Cacio a Vallo di Nera Come detto il confronto sulle aree interne sarà inserito in Fior di Cacio che si aprirà proprio sabato 11 giugno. La manifestazione organizzata dal Comune di Vallo non sarà soltanto un appuntamento gastronomico, ma soprattutto un’occasione di discussione sullo sviluppo della Valnerina. La kermesse, quest’anno, propone anche un’anteprima per venerdì 10 giugno alle 18: I valori di un territorio, il contributo di Slow Food. Sabato 11 giugno dopo al convegno, ossia intorno alle 13 si apriranno Le Vie del Cacio. Fino a domenica sera sarà infatti possibile visitare circa 60 stand che animeranno il piccolo comune, bandiera arancione del Touring club e tra i borghi più belli d’Italia, ma anche partecipare a visite guidate, degustazioni, animazioni per bambini e spettacoli folkloristici.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250