venerdì 30 settembre 2016 - Aggiornato alle 08:38
11 agosto 2016 Ultimo aggiornamento alle 12:55

Il ‘giornalista antimafia’ col grado di colonnello: Piccinelli nuovo comandante dell’Arma a Perugia

L'ufficiale sostituirà nei prossimi mesi Cosimo Fiore. È figlio del cronista Rai vittima di un attentato delle Br nel '79. In passato ha diretto il reparto operativo di Palermo e lavorato all'ufficio stampa dell'Arma

Il ‘giornalista antimafia’ col grado di colonnello: Piccinelli nuovo comandante dell’Arma a Perugia
Paolo Piccinelli

di Enzo Beretta

Cambio al Comando provinciale dell’Arma di Perugia: nei prossimi mesi il colonnello Cosimo Fiore verrà trasferito al comando generale di Roma e al suo posto arriverà Paolo Piccinelli, attuale numero uno di Pescara. Piccinelli, classe 1969, romano d’origine, sposato e padre di tre figli, conosce Perugia per averci prestato servizio all’inizio degli anni Novanta quando ha diretto il nucleo operativo radiomobile.

Giornalista pubblicista Il colonnello Paolo Piccinelli è il figlio di Franco, caporedattore della Rai di Torino vittima di un attentato delle Brigate rosse nel 1979 durante il quale rimase gravemente ferito alle gambe. Piccinelli, due lauree in Giurisprudenza e Scienze politiche, è giornalista pubblicista. Al comando generale dei carabinieri ha gestito i rapporti con la stampa e nel 2009 è stato all’Aquila alcune settimane dopo il terremoto.

Antimafia a Palermo Perugia è il secondo incarico da comandante provinciale che gli viene assegnato. Prima dell’esperienza in Abruzzo l’ufficiale aveva diretto per tre anni il reparto operativo di Palermo. Prima ancora aveva comandato la Compagnia carabinieri di Siracusa e la Compagnia operativa nell’ambito del reggimento Unità specializzata multinazionale a Sarajevo in Bosnia. Cosimo Fiore dovrebbe raggiungere il generale Tullio Del Sette a Roma negli uffici del Comando generale.

Twitter @enzoberetta83

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250