domenica 25 settembre 2016 - Aggiornato alle 03:58
16 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 14:17

Il coraggio del maresciallo di Castiglione del Lago: lunga trattativa per disarmare un uomo con pistola

Il cinquantenne aveva minacciato di togliersi la vita ma il carabiniere ci ha parlato e lo ha convinto a non compiere l'insano gesto. Il disoccupato aveva un'arma regolarmente detenuta

Il coraggio del maresciallo di Castiglione del Lago: lunga trattativa per disarmare un uomo con pistola
Carabinieri in azione (foto Fabrizi)

di En.Ber.

Un cinquantenne, originario della provincia di Roma, armato di pistola, ha minacciato di togliersi la vita in località Rigutini a Castiglione del lago. La trattativa dei carabinieri per convincerlo ad evitare l’insano gesto è stata estenuante: dalle 10 si è conclusa intorno alle 16,30. Secondo quanto si è appreso da fonti investigative l’uomo, con problemi familiari ed economici, ha comunicato l’intenzione di suicidarsi ad un’amica che ha subito avvertito i carabinieri. Una volta rintracciato è stato avvicinato dal coraggioso maresciallo Pierluigi Marzi della stazione di Castiglione e da un ‘negoziatore’ specializzato dell’Arma che dopo alcune ore l’uomo si è convinto a desistere. L’arma che stringeva in pugno è regolarmente detenuta. Le operazioni sono state coordinate dal capitano Andrea Caneschi della Compagnia di Città della Pieve.

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

-->

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250