sabato 1 ottobre 2016 - Aggiornato alle 15:47
11 maggio 2016 Ultimo aggiornamento alle 10:40

I prodotti della Valnerina volano fino al Giappone: bilancio ok per ‘Emozioni Umbria to Japan’

Coinvolte aziende e istituzioni per aprire nuovi mercati alle imprese locali

I prodotti della Valnerina volano fino al Giappone: bilancio ok per ‘Emozioni Umbria to Japan’

Tempo di bilanci per l’iniziativa ‘Emozioni Umbria to Japan’ patrocinata dalla Regione Umbria. La missione in Giappone di imprese e istituzioni del territorio amerino e della Valnerina ha avuto successo. Olio, legumi, e altri prodotti sono diventati i protagonisti nei primi giorni del mese di aprile scorso, quando ci sono stati degli incontri che hanno fatto conoscere l’Umbria nel Sol Levante.

Il bilancio A trarre le conclusioni sono stati i promotori: il coordinatore Maurizio Santini, il sindaco di Attigliano Daniele Nicchi e il ricercatore dell’Ibbr Cnr Nicolò Cultrera. In conferenza stampa nella sede della Regione presente anche il presidente dell’assemblea legislativa dell’Umbria Donatella Porzi. Santini, coordinatore di Umbria to Japan ha spiegato: «Le persone che abbiamo incontrato in Giappone sono state entusiaste della nostra idea. Sono state coinvolte aziende e istituzioni. Circa 400 persone hanno svolto il panel test sull’olio, e hanno scoperto questo prodotto rigorosamente made in Umbria. Inoltre anche la moglie del primo ministro nipponico Akie Abe, che abbiamo incontrato all’ambasciata italiana di Tokyo, si è dimostrata molto interessata e ha dato la propria disponibilità a venire in Umbria».

Sinergia tra aziende e imprese A sottolineare l’importanza del progetto il sindaco di Attigliano, Daniele Nicchi: «Abbiamo creduto in questa idea e ci abbiamo investito, svolgendo un ottimo lavoro. Mi viene in mente l’evento del 3 aprile al Vespa Club di Kobe. E’stata creata una sinergia tra aziende e istituzioni, e credo che questo connubio possa continuare a svilupparsi anche in futuro». Nicolò Cultrera, ricercatore dell’Ibbr Cnr ha evidenziato: «Tutto è nato da una collaborazione fruttuosa con i vari protagonisti dell’iniziativa. Noi come Ibbr Cnr siamo un gruppo di lavoro piuttosto piccolo, e non ci aspettavamo questi ottimi risultati. Solidità e controlli di qualità sull’olio servono da stimolo per la crescita dell’economia di questo prodotto, ricco di fascino e che è apprezzato in tutto il mondo».

Base per il futuro «Sono molto soddisfatta – ha spiegato la Porzi – e parlerò presto con l’assessore regionale competente per creare un rapporto stabile e collaborativo con i promotori di ‘Emozioni Umbria to Japan’ : dobbiamo concentrare le nostre energie per stabilire e creare delle relazioni commerciali e di promozione del nostro territorio in tutto il mondo, e l’iniziativa svolta è sicuramente un buon punto di partenza».

©Riproduzione riservata

COMMENTA LA NOTIZIA

Attezione!

Per commentare puoi loggarti con l'account social che preferisci, facebook, twitter, google plus, oppure creare un nuovo account sulla piattaforma disqus.
Leggi la guida su come inserire un commento ed interagire con la community.

// CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO

Condividi

banner 300x250
banner 300x250
banner 300x250