lunedì 17 febbraio - Aggiornato alle 17:59

Vigna Monticchio Riserva 2015 è il secondo miglior vino rosso d’Italia: il Rubesco di Lungarotti in cima alla ‘Top 100’

Si piazza subito dopo il Sassicaia 2016 nella classifica dei rossi italiani a cura del periodico Gentleman che incrocia i voti delle sei più autorevoli guide enologiche

Il Rubesco Riserva Vigna Monticchio

di D.N.

I vini umbri sempre più sotto i riflettori e accanto alle più prestigiose bottiglie dell’enologia italiana. Questa volta è il Rubesco Riserva 2015 Vigna Monticchio di Lungarotti il secondo miglior vino rosso d’Italia. A decretarlo è la classifica ‘Top 100’ dei rossi italiani che ogni anno il periodico Gentleman stila incrociando i voti delle sei più autorevoli guide enologiche del nostro Paese: Gambero Rosso, Vitae, Bibenda, Veronelli, Cernilli e Maroni.

Secondo posto Il 2015 dell’etichetta della storica cantina di Torgiano si piazza così al secondo posto, subito dopo il Sassicaia 2016, al vertice del podio, e a pari merito con il Solaia 2016. Per il Rubesco Riserva Vigna Monticchio si tratta della terza medaglia consecutiva nelle ultime tre edizioni della ‘Top 100’ rossi italiani di Gentleman. «Il riconoscimento è la riprova della grande evoluzione qualitativa del nostro Cru, portabandiera del terroir umbro e, in particolare, della piccola zona Doc di Torgiano in tutto il mondo» commenta Chiara Lungarotti, ad del Gruppo Lungarotti.

I commenti sono chiusi.