martedì 17 settembre - Aggiornato alle 08:29

‘Umbria top wines’, Massimo Sepiacci è presidente: un nuovo cda «per rafforzare il brand Umbria associato al vino»

Rinnovati i vertici della più grande società cooperativa del vino umbro. La coppia di vice presidenti è formata da Nazzareno Cataluffi e Francesco Strangis, presidente uscente

Umbria Top Wines, nuovo consiglio direttivo e presidente

Rinnovo ai vertici di Umbria Top Wines. La più grande società cooperativa del vino umbro ha riunito l’Assemblea dei soci per l’elezione del nuovo Consiglio di amministrazione, con la rappresentanza di cantine provenienti da tutto il territorio regionale. Quest’ultimo ha poi nominato Massimo Sepiacci, della Cantina Duca della Corgna del Trasimeno, alla presidenza, con il supporto della coppia di vice presidenti formata da Nazzareno Cataluffi (Tudernum) e Francesco Strangis (Chiorri), il presidente uscente.

Presidente e cda «Agiremo in continuità con l’attività precedente e con quanto fatto molto bene finora – afferma Sepiacci – ma con l’intento di ampliare le azioni per favorire ancora di più l’enologia umbra». Per il neo presidente di Umbria Top «va rafforzato – spiega – ancora di più il brand Umbria associato al vino perché nel mondo ancora siamo un po’ indietro rispetto ad altre regioni che si mettono in evidenza in maniera molto più unitaria». Una nuova ripartenza quindi, con rinnovata energia, per la società cooperativa che raggruppa il maggior numero di realtà vitivinicole regionali (attualmente può contare come soci 95 aziende umbre del settore oltre a 4 Consorzi di tutela) ed organizza la partecipazione ai più importanti eventi fieristici nazionali ed internazionali. Con l’obiettivo di fare ancora più grande l’Umbria del vino e le eccellenze enologiche umbre ora Umbria Top Wines si rimette al lavoro insieme a tutti gli altri componenti del cda: Chiara Lungarotti (Lungarotti), Giovanni Dubini (Palazzone), Leonardo Bussoletti (Bussoletti), Peter Heilbron (Bellafonte), Paolo Bartoloni (Le Cimate), Vincenzo Cecci (Monrubio).

Prosegue a Londra la ‘wine experience’ Proseguirà, pertanto, il percorso di promozione e commercializzazione dei vini umbri che grazie ad Umbria Top Wines potranno così continuare a fare “massa critica” e a mettersi in luce nei mercati, nazionali ed esteri, di riferimento anche grazie al claim ‘Umbria wine experience’ – vino come “visione esperienziale” dell’Umbria – che si fa forte di una promozione integrata sostenuta dalla Regione Umbria grazie al bando PSR Umbria 2014-2020 Mis. 3.2.1. L’ “assaggio” della ‘wine experience’ umbra ad addetti ai lavori ed enoturisti non si ferma dunque, con Umbria Top che proseguirà ora il suo lavoro di promozione del vino umbro e di rafforzamento dell’immagine della regione nel mercato estero di settore anche nel successivo appuntamento, quello in programma a Londra (Bellavita) dal 7 al 9 novembre. Numerosi gli appuntamenti già archiviati da Umbria top nel 2019: Amsterdam (Bellavita) nel gennaio scorso, Varsavia (Bellavita) e Dusseldorf (Prowein) a marzo, Verona con Vinitaly ad aprile, e l’ultimo a Milano con Tuttofood nello scorso mese di maggio.

I commenti sono chiusi.