Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 24 settembre - Aggiornato alle 17:41

Trasimenù, la cucina del lago e i suoi pesci raccontati in una mostra fotografica

Inaugurazione domenica 29 agosto al Museo della pesca di San Feliciano con il fotografo Roberto Lolli. Opere in vendita e ricavato alla Caritas di Magione

Trasimenù

di D.N.

Si inaugura domenica 29 agosto, alle 17, al Museo della Pesca e del Lago Trasimeno di San Feliciano, Magione, la mostra Trasimenù del fotografo Roberto Lolli. Trasimenù vuol essere un piccolo contributo fotografico alla cucina di lago e i suoi pesci, reso possibile grazie al coinvolgimento di chi contribuisce da sempre, con il proprio mestiere, a valorizzarne la bontà. Dalla Cooperativa dei Pescatori, che ne garantisce la qualità e freschezza, alla loro Locanda, ai ristoranti Giramondo, La Piazzetta, Osteria Rosso di Sera, Settimio, le prelibatezze del Trasimeno arrivano al nostro palato, in un mix di tradizione e innovazione.

Opere in beneficenza e info E se di arte culinaria parliamo, un piatto in ceramica di Deruta dipinto a mano (Fabbrica Ceramiche Torretti Deruta) rappresenta sicuramente un perfetto connubio artistico regionale. Durante il periodo della mostra, il cui termine è fissato per domenica 3 ottobre 2021, sarà possibile fare la propria offerta per aggiudicarsi ciascuna opera. Al termine della stessa, i migliori offerenti si aggiudicheranno l’opera scelta e il ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza alla Caritas di Magione. L’evento è a prenotazione obbligatoria: l’ingresso al Museo è consentito fino ad esaurimento posti, in conformità alle norme anti-Covid (necessari mascherina e Green Pass). Prenotazioni allo 075 8479261.

I commenti sono chiusi.