Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 27 gennaio - Aggiornato alle 20:01

Torgiano Rosso Riserva, iniziative per i 30 anni della Docg: tre speciali web sul Gambero Rosso

Protagoniste le cantine Lungarotti, Terre Margaritelli e Mani di Luna del Consorzio Tutela Vini. Il sindaco Liberti: «Il legame di Torgiano con il vino ha radici profonde»

Vigneti a Torgiano

di D.N.

Per i trent’anni dalla Denominazione d’Origine Controllata e Garantita (D.O.C.G.), riconosciuta al Torgiano Rosso Riserva nel 1990, Consorzio tutela vini Torgiano e Comune festeggiano insieme con un articolo sul mensile di dicembre del Gambero Rosso che dedica a Torgiano (pag. 164) un approfondimento. Ma le iniziative non finiscono qui. Tre puntate (Canale web Gabero Rossso) di “Pillole di Degustazione”, a cura di Giuseppe Carrus curatore guida vini d’Italia, verranno girate e trasmesse nei prossimi giorni sul vino delle cantine Lungarotti, Terre Margaritelli, e Fattoria Mani di Luna. Un modo diverso per festeggiare questa ricorrenza che in tempo di pandemia è comunque importante.

Dalla Doc alla Docg Nel 2018 sono stati festeggiati i 50 anni del riconoscimento, primo in Umbria, della D.O.C. (1968), a conferma della vocazione vitivinicola di Torgiano che comprende l’uva e il meraviglioso paesaggio pronto a riempire gli occhi dei turisti che arrivano nello splendido borgo attraverso una strada contornata da vigneti ordinati e bellissimi. Nel 1990, arriva il riconoscimento della Docg (una delle due umbre insieme alla Montefalco Sagrantino) e successivamente nasce il Consorzio di Tutela dei Vini di Torgiano del quale, oltre a Cantine Lungarotti, fanno parte anche Terre Margaritelli, e Fattoria Mani di Luna, insieme a oltre 20 viticoltori che conferiscono le uve. Oggi la superficie vitivinicola è di 350 ettari nel comune di Torgiano, per oltre un milione e mezzo di bottiglie vendute all’anno e un giro d’affari di oltre 15 milioni di euro. “Torgiano – commenta il sindaco Eridano Liberti – ha scritto un pezzo importante dell’enologia nazionale ed internazionale. Oggi festeggiamo i 30 anni della Docg ma il legame di Torgiano con il vino è ancora più antico. Nel 2018 infatti abbiamo festeggiato i 50 anni della Doc. Merito di un imprenditore illuminato, Giorgio Lungarotti, che ha dato il via ad una rivoluzione nel settore. Rivoluzione che continua oggi con i produttori di Torgiano”.

I commenti sono chiusi.