Currently set to Index
Currently set to Follow
venerdì 27 gennaio - Aggiornato alle 14:48

Terni da bere e mangiare, nella mini-guida Gambero Rosso ‘il Pampepato sbagliato’

Nell’articolo al posto del dolce a forma di cupola con evidenza di frutta secca in superficie, quello fotografato in Toscana

di M.R.

È datato 12 gennaio l’articolo del Gambero Rosso che, come già fatto per altre città italiane, offre una mini-guida della Terni da bere e mangiare, segnalando alcuni locali del centro storico. Nella lista, non senza una breve descrizione, compaiono pasticcerie, ristoranti, cocktail bar, un forno, un’enoteca e anche un fast food all’insegna della tradizione culinaria umbra. Prima di arrivare a questi però, Gambero rosso propone una serie di ricette tipiche della Conca ternana, tra le quali giustamente non manca di mettere in evidenza il Pampepato, che non solo ha ottenuto il marchio Igp, ma nel territorio dell’intera provincia umbra ha regnato sul finale di tutti i banchetti natalizi fino a pochi giorni fa. Peccato che quello che compare nella foto, inserita nell’articolo online della testata specializzata, sia un Panpepato esposto in un negozio di San Gimignano, quindi in Toscana (come dimostra la didascalia sotto l’immagine, presa da Wikipedia). Qualcosa in effetti non torna neppure nella ricetta indicata. Passi il Marsala, visto che il liquore nel Pampepato ternano è previsto, e che ognuno in casa propria segue la ricetta che vuole; ma limone, marmellata e chiodi di garofano probabilmente non sono presi in considerazione nemmeno da chi vuole stupire con qualche ingrediente segreto. Ad ogni modo, la foto utilizzata da Gambero Rosso non è quella del Panpepato di Terni, inconfondibile, rispetto ai suoi ‘competitor’ di Siena e Ferrara, per la tipica forma a cupola con evidenza di frutta secca in superficie.

I commenti sono chiusi.