Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 25 maggio - Aggiornato alle 12:29

Terni Cocktail party, pronti via: bartender in team per un turismo a prova di ‘cin’

Bere consapevole e responsabile, base Martini per il primo drink dell’ospitalità: città dell’Amore candidata a capitale della socialità

di Maria Giulia Pensosi 

«È da molto tempo che seguo le tendenze del beverage moderno e quest’anno, vista la pandemia che penso rappresenti il punto più ‘basso’ per l’ospitalità, penso sia arrivato finalmente il momento di ripartite, di riaccendere la speranza e illuminare questo tunnel buio». Sono le parole di Francesco Santocchi, proprietario del locale ‘Poscargano Cibo e Ospitalità’ che, insieme ai ragazzi del lounge bar ‘People’ di Terni, ha intenzione di attivare una rete di imprese per rilanciare nel Ternano la cultura del cocktail «un prodotto a tutto tondo che promuove la socialità, la territorialità ma anche l’internazionalità». Un progetto sinergico che ha preso ufficialmente il via nella giornata di lunedì con una guest bartending nel locale di piazza dell’Olmo.

Cocktail e territorio Un’unione di forze e professionalità che ha come obiettivo quello di «portare Terni all’attenzione dei mercati internazionali – spiegano i promotori -. Fare internazionalità non significa solo vendere prodotto all’estero, ma attrarre ‘i grandi’ del bartending da noi». Il progetto è ancora in fase embrionale, ma le idee dei promotori sembrano essere molto chiare: «Stiamo pensando a una giornata di sensibilizzazione – spiega Francesco Santocchi ai microfoni di Umbria24 – durante la quale vogliamo lanciare un messaggio: Terni deve cambiare e deve tornare ad essere una città dai grandi fasti dell’ospitalità. Città ospitale è sinonimo di città felice e soprattutto che ha le capacità di attrarre turismo ed enoturismo. All’evento inviteremo tutte le associazioni di categoria, bar e ristoranti e l’amministrazione comunale con la quale abbiamo già avuto contatti e che speriamo sposi la nostra iniziativa». Si punta insomma sul settore enogastronomico pronto a rilanciare il turismo, dal locale al globale. «Tutto confluirà poi in un grande evento pensato per il 2023 e ancora in fase di sviluppo – confida il bartender ternano -. Un progetto a lungo termine che mira a portare in città degli investitori ed avvicinare i cittadini al tema del ‘bere consapevole e responsabile’ con particolare attenzione nei confronti degli adolescenti. Vogliamo far comprendere ai ternani che oggi ospitalità è anche studio e ricerca, non solo un progetto volto al mercato, ma con un orizzonte sia di profitto che di senso».

Guest bartending Insomma, un viaggio nell’universo del beverage moderno che deve rifiorire proprio dalla città di Terni e che prende il via con il ‘Martini cocktail party’ organizzato al People nella giornata di lunedì. Per l’evento il bartender Francesco Santocchi ha presentato quattro drink base Martini rivisitati: «Abbiamo voluto dare inizio al nostro progetto con un evento incentrato sull’icona del mondo del bar, il Martini, drink nel quale si riflette un’intera categoria, associato a prestigio ed eleganza». La prima di diverse guest bartending che ‘Poscargano cibo e ospitalità’ e ‘People’ vogliono organizzare nell’ambito della loro iniziativa: «Dietro al nostro mondo – chiosano i baristi ternani – c’è cultura, ricominciamo da qui».

I commenti sono chiusi.