martedì 21 novembre - Aggiornato alle 03:46

A Spoleto il primo corso di cucina che va “oltre”

“Sani e intelligenti, tra tipico e selvatico”: un corso teorico-pratico per conoscere e saper cucinare i prodotti e le straordinarie identità dell’Umbria

di Bruno Petronilli

L’ennesimo corso di cucina direte voi. Ma se conosceste Luciano Loschi non avreste nessun dubbio a capire che questa volta siamo “oltre”. L’idea di progettare il corso di Cucina teorico-pratico “Sani e intelligenti, tra tipico e selvatico” nasce dall’esigenza, sentita dai neolaureati in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana di acquisire, prendendo come riferimento la piramide alimentare, le migliori pratiche nell’uso e manipolazione dei prodotti tipici di eccellenza dell’Umbria e la conoscenza e uso degli innumerevoli prodotti vegetali spontanei di cui è ricca la biodiversità della nostra Regione: erbe campagnole spontanee, frutti e bacche selvatiche, radici e cortecce di piante, licheni, fiori, funghi e tartufi, un patrimonio prezioso che è lì, sotto i nostri piedi, ma che spesso ignoriamo e non siamo in grado di riconoscere. E Luciano Loschi, in questo “campo”, è un’autorità assoluta.

Spesso mi è capitato di vedere vecchiette ricurve nei campi, intente a scrutare i prati e a raccogliere erbe e frutti a me sconosciuti. Una tradizione che sarebbe un delitto perdere e che va tramandata.

Il corso inaugura, quindi, una nuova frontiera di sostenibilità alimentare: si va oltre il biologico e il Km Zero, si esalta la biodiversità naturale spontanea e si rispetta l’ambiente. Si riscoprono luoghi, tradizioni e sapori antichi. Il cibo è più nutriente e salutare, più ricco di sali minerali e vitamine rispetto a quello coltivato. Ortica, Piattello, Caccialepre, Rosa canina, Radici di Tarassaco e molte altre erbe spontanee hanno un contenuto di vitamine decisamente superiore a quello delle verdure e frutti normalmente coltivati.

Esperti di foraging, accademici e ricercatori del dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari, Ambientali e del Dipartimento di Chimica, Biologia, Biotecnologie hanno condiviso l’idea del corso e scelto come partner del progetto due associazioni presenti in Umbria: Accademia Erbe Campagnole Spontanee e Wild Food Academy, che sono impegnate da diversi anni nella divulgazione e conoscenza di una cultura naturalistica mirata a far crescere nelle nuove generazioni una nuova tendenza alimentare all’insegna della sostenibilità ambientale. Ricordiamoci che la storia dell’uomo è stata incentrata fino a poco tempo fa, sulla ricerca del cibo, che in origine era selvatico. La vita delle nostre precedenti generazioni era guidata da ritmi naturali e cicli stagionali e la ricerca del cibo non era fine a se stessa, ma si fondava su uno stile di vita basato sul rispetto reciproco con l’ambiente naturale.

Il progetto è stato presentato alla Oasi Umbria delle Eccellenze, azienda umbra che si occupa di trasformazione di prodotti tipici e selvatici dell’Umbria e presente sul mercato con il brand Umbria Gourmet, la quale ha messo a disposizione il proprio now-how e i cuochi per lo svolgimento della parte pratica.

Potranno partecipare al corso oltre ai laureati in Scienze dell’Alimentazione e Nutrizione Umana, anche tutti coloro che vogliono approfondire le loro conoscenze teorico-pratiche nell’uso dei prodotti “Sani e Intelligenti”.

Il Rotary Club di Foligno ed il Rotary Club di Spoleto si sono ritrovati nella condivisione del progetto riconoscendogli il merito di compendiare i temi dell’ambiente, della salute, delle nuove generazioni e dell’istruzione in linea con le vie di azione rotariana. Entrambi i Club hanno unito gli sforzi per erogare un contributo economico, con una “Borsa di Studio Rotary Under 30” ai partecipanti giovani Laureati in Scienza della dell’Alimentazione e Nutrizione.

Le finalità del corso Alla fine del corso i partecipanti saranno in grado di preparare dei piatti con i prodotti tipici e selvatici regionali, con particolare attenzione all’aspetto salutistico. Saranno inoltre in grado di valutare la composizione dei prodotti stessi con la prospettiva di migliorare i regimi dietetici e valorizzare le eccellenze alimentari del territorio. L’iscrizione sarà aperta a 20 persone per le lezioni teorico-pratiche ed a 30 persone per le sole lezioni teoriche. Verranno presentati ed utilizzati, prodotti tipici della Regione Umbria e prodotti selvatici del nostro territorio umbro come le Erbe Campagnole spontanee e i loro fiori, frutti e bacche selvatici, funghi, tartufi, radici di piante, ecc.

Il corso quindi si articolerà in cinque giornate da lunedì 17 luglio 2017 a venerdì 21 luglio. Per ogni giornata si avranno due sessioni una al mattino dalle ore 8.30 alle 12.30 ed una nel pomeriggio dalle ore 14.00 alle ore 18.00. Al termine di ogni sessione ci sarà una degustazione dei piatti elaborati.

In ogni sessione la parte teorica svolta dai docenti dell’Università degli studi di Perugia dei Dipartimenti di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali e di Chimica, Biologia e Biotecnologie. Inoltre in ogni lezione sarà dedicata una parte alla salute a cura del Medico e Professor Massimiliano De Angelis.

 

Per prenotazioni e informazioni

Cell. 393 6622189 Luciano Loschi

Cell. 329 4064674 Giorgia Cirifino

[email protected]

 

1° Corso di Cucina Teorico Pratico con le Eccellenze Umbre

Sede di svolgimento: I.P.S.S.A.R.T Giancarlo De Carolis, Via San Paolo 1, Spoleto (PG)

Data di svolgimento: dal 17 luglio 2017 al 21 luglio 2017

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *