Currently set to Index
Currently set to Follow
sabato 24 ottobre - Aggiornato alle 11:05

Shinto, a Perugia il ristorante fusion dal sapore internazionale apre le porte in anteprima

Si alza il velo sul progetto negli storici spazi di via Mazzini che ospiterà pure la pasticceria napoletana ‘Giovanni Scaturchio’. Il sushi incontra anche il tartufo

Una prima immagine grafica di Shinto Perugia

Un momento atteso in città, da quando lo storico Caffè di Perugia ha chiuso le sue porte. Si alzerà finalmente fra pochi giorni, giovedì 15 ottobre, il velo su Shinto a Perugia, fusion restaurant di ispirazione giapponese. Dopo le filiali di via Veneto a Roma e Napoli, il brand approda nei suggestivi spazi di via Mazzini. Qui la cucina giapponese incontra le eccellenze del territorio, per dare vita a inedite declinazioni del gusto giapponese create grazie all’utilizzo di prodotti locali come olio EVO e tartufo. Shinto, inoltre, ospiterà anche la pasticceria napoletana ‘Giovanni Scaturchio’.

Ristorante fusion “Innovative assonanze di sapori, nuovi concept di food design, interazioni audaci con i sapori che raccontano l’Umbria, la riscoperta di un luogo simbolo del centro storico cittadino sono gli ingredienti di questa nuova avventura” si legge in una nota. Il tutto senza dimenticare delle vere eccellenze nipponiche come le pregiate carni che saranno presento in carta: dal Kobe a tagli di primo livello. Così come menzione speciale merita il celebre Black Code, il ricercato merluzzo Nero dell’Alaska.

Pasticceria napoletana Ma la sede Shinto di Perugia è pronta a offrire anche qualcosa di più: accanto a sushi gourmet e noodles al tartufo, sarà possibile assaggiare le celebri “sfogliatelle di Obama” e le tante altre prelibatezze di Giovanni Scaturchio, pasticceria napoletana che, dal negozio originario di Piazza San Domenico Maggiore a Napoli, ha conquistato tutto il mondo arrivando fino alla Casa Bianca. La pasticceria e caffetteria sarà aperta durante la giornata, per lasciare poi il palcoscenico alle creazioni di Shinto.

Spazi e club Shinto Perugia si distinguerà anche per un accurato lavoro di ristrutturazione che ha rivisitato completamente il mood degli spazi. Grazie al concept di Francesca Faraone, architetto di grido scelto tra i migliori del 2019 dalla rivista AD, che ha disegnato personalmente ogni elemento del nuovo locale, e grazie alla manifattura artigianale affidata a professionisti napoletani e perugini. Accanto all’area ristorante e alla caffetteria, Shinto prevede anche sale private e un piccolo club undeground, pronto a ospitare serate musicali nei weekend della stagione in arrivo.

Tartufo protagonista A sottolineare il legame con il territorio anche la partnership con Urbani Tartufi, storica azienda umbra leader mondiale nella produzione e trasformazione del tartufo. “Siamo entusiasti di far parte di questo nuovo progetto con Shinto Perugia – afferma Giammarco Urbani, Gruppo Urbani Tartufi – progetto destinato a rafforzare il legame con la nostra regione, che ci permette di esprimere la vocazione internazionale della nostra azienda e di far conoscere il tartufo, ingrediente perfetto da gustare in diverse occasioni di consumo, perché no anche durante una cena di sushi”.

Filosofia Shinto “Dal 2006 – spiegano i tipi di Shinto –, il nostro credo è basato su una dimensione armonica tra gusto ed eleganza, innovazione e ricerca del dettaglio. Nell’offerta di Shinto si fondono tradizione culinaria orientale e innovazione gastronomica. Ogni piatto rispecchia la fedeltà alle tecniche di lavorazione e creatività degli chef, alla costante ricerca di nuove declinazioni dell’arte del gusto giapponese con innovative assonanze di sapori e nuovi concept di food design. Un’esperienza sensoriale sempre diversa per soddisfare la vista e il palato”. Per info: www.shintoperugia.it.

I commenti sono chiusi.