lunedì 10 dicembre - Aggiornato alle 22:02

‘Settimana della cucina italiana nel mondo’: Umbria protagonista ad Astana in Kazakistan

I prodotti enogastronomici della regione sono stati particolarmente apprezzati. L’assessore Cecchini: «Importante occasione di promozione»

Delegazione umbra ad Astana per incontri istituzionali

«Una occasione importante che ha fatto ulteriormente apprezzare le nostre eccellenze enogastronomiche e che ha aperto nuove prospettive di scambio e commercializzazione tra Umbria e Kazakistan»: ad affermarlo è l’assessore regionale all’agricoltura, Fernanda Cecchini, commentando in una nota la presenza della delegazione umbra ad Astana, in Kazakistan, dove l’Umbria è protagonista della ‘Settimana della cucina italiana nel mondo’.

Settimana cucina italiana Nella capitale del Kazakistan, su invito dell’Ambasciata italiana, la delegazione umbra ha partecipato ad una serie di incontri istituzionali con l’ambasciatore d’Italia Pasquale D’Avino, con il viceministro dell’agricoltura della Repubblica del Kazakistan, Gulmira Issayeva, con i rappresentanti dell’agenzia Kazagro.con, oltre che ad iniziative ed eventi di promozione dei prodotti tipici regionali. «Abbiamo accolto con grande interesse – ha detto Cecchini – l’invito del nostro ambasciatore ad Astana a partecipare alla terza edizione della Settimana, un progetto ideato e coordinato dal Ministero degli affari esteri per promuovere l’agroalimentare e la cucina italiana di qualità. Per l’Umbria si è trattato di una opportunità importante – ha sottolineato l’assessore – che ha consentito di dare ulteriore visibilità alle nostre produzioni agricole e agroalimentari di qualità ed ai nostri vini. Ciò ci ha permesso di individuare nuove prospettive di commercializzazione e di relazioni fra i due Paesi, sia relativamente alle buone pratiche nell’ambito delle politiche agricole, che del vivaismo, della zootecnia e delle filiere cerealicole. Un altro settore di particolare interesse per il Paese ospite è quello della formazione nel settore della recettività, in particolare della ristorazione ed alberghiero».

Apprezzati i prodotti umbri I prodotti enogastronomici dell’Umbria, tra cui il tartufo, i vini Montefalco e Sagrantino, ma anche legumi, salumi e formaggi, sono stati particolarmente apprezzati nel corso della cena promozionale, con menù a cura dello chef Enea Barbanera, che si è tenuta ad Astana, nel ristorante Il Salone del gusto. «Un ringraziamento – ha concluso Cecchini – va a quanti hanno contribuito e reso possibile la riuscita dell’iniziativa: istituzioni, enti, produttori umbri e professionisti».

I commenti sono chiusi.