domenica 23 febbraio - Aggiornato alle 02:02

Quella volta che Buffalo Bill piazzò le tende in città con il suo «circus»: Birra Perugia gli dedica una IPA

In ricordo di quell’evento del 1906 non solo foto sbiadite: ora anche una West Coast a simboleggiare l’incontro tra la cultura americana e il nostro modo di fare birra

Buffalo Bill a Perugia (foto d’epoca della Fondazione Ranieri di Sorbello)

di Danilo Nardoni

Una birra dedicata ad una storia incredibile e antica. L’ultima nata in casa Birra Perugia, dopo la bellissima accoglienza e i grandi riscontri avuti a Birraio dell’Anno (il birrificio infatti era tra i 20 finalisti), si presenta ufficialmente. Sabato 25 gennaio, alla taproom del birrificio a Torgiano, arriva la ‘Buffalo Circus’ – un omaggio al “circo” che Buffalo Bill stabilì nel 1906 a piazza d’Armi a Perugia – con un evento di presentazione in cui non mancheranno sorprese, tra musica e qualche accompagnamento gastronomico.

Buffalo Bill a Perugia Nel 1906 la carovana di William Cody, detto Buffalo Bill, giunse infatti a Perugia con la scorta di ben quattro treni, 500 cavalli, bisonti, long horns, 800 persone fra inservienti, cow boys e indiani, più alcuni arabi e giapponesi, e si attendò nel cuore di Perugia formando un grande circo.

La birra E in memoria di questo grande evento ora non si sono solo foto sbiadite ma anche una birra. ‘Buffalo Circus’ è una West Coast IPA di 6.7 gradi, a simboleggiare l’incontro tra la cultura americana e il nostro modo di fare birra. Un vero show di luppoli (simcoe, mosaic, chinook) che stupiscono per i giochi aromatici e le peripezie gustative, capaci di piroette erbacee e capriole balsamiche. Il tutto in un sorso secco, verticale, di grande freschezza e profondità.

I commenti sono chiusi.