mercoledì 23 ottobre - Aggiornato alle 11:09

Premio nazionale Cerevisia, ecco le birre dell’anno: tra i vincitori anche la Fabbrica della Birra Perugia

Emessi i verdetti 2019 del concorso nazionale che valorizza e promuove la produzione, il commercio e il consumo delle birre di qualità italiane. Il 25 giugno le premiazioni a Roma

Premio Cerevisia 2019

di D.N.

C’è anche la Fabbrica della Birra Perugia tra i 17 i birrifici che si sono aggiudicati i 21 premi previsti dal Premio Cerevisia. Il concorso nazionale che valorizza e promuove la produzione, il commercio e il consumo delle birre di qualità italiane, ha proclamato i vincitori della settima edizione nel corso della cerimonia tenuta a Deruta al Palazzo Comunale. Le birre vincitrici e gli specifici premi assegnati saranno svelati il prossimo 25 giugno a Roma, al Tempio di Adriano di Piazza di Pietra. Il successo del premio procede di pari passo con quello che i consumatori riservano alla Birra di qualità e anche l’edizione 2019 del Concorso ha raggiunto numeri molto interessanti: 37 birrifici di tutta Italia ai nastri di partenza con 103 birre in concorso. Quattro i birrifici umbri partecipanti, tra i più rappresentativi della produzione artigianale, che hanno portato al concorso 11 diverse etichette.

Premio Il Premio Cerevisia è organizzato dal Banco Nazionale di Assaggio delle Birre (BaNAB), comitato sorto per volontà della Camera di Commercio di Perugia, della Regione Umbria, del CERB (Centro di Ricerca per l’Eccellenza della Birra dell’Università degli Studi di Perugia), del Comune di Deruta e di AssoBirra (Associazione dei Birrai e dei Maltatori), con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo. Il Premio Cerevisia si distingue dalle altre iniziative di settore per la valenza scientifica, che ispira un rigoroso percorso valutativo di selezione (esami chimico fisici condotti presso il Cerb), per la competenza della Giuria Nazionale di degustazione, nonché per la sua matrice di carattere istituzionale, garanzia di autorevolezza e trasparenza.

Micro birrifici in Italia e in Umbria Presenti alla conferenza stampa di proclamazione l’assessore del Comune di Deruta Rodolfo Nardoni, Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia e del BaNAB (Banco Nazionale di Assaggio delle Birre), il prof. Paolo Fantozzi, Vice presidente BaNAB, Mauro Bacinelli dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione dell’Umbria e Andrea Bagnolini, Direttore Assobirra. Il presidente Mencaroni ha affermato: “Il premio Cerevisia, concorso nazionale che abbiamo creato con l’intento di valorizzare e promuovere la birra di qualità, ha raggiunto la settima edizione e cresce con il progredire e il consolidarsi di un settore, la birra di qualità artigianale, che appena qualche anno fa contava soltanto su poche decine di micro birrifici, sparsi qua e là in Italia. Senza dubbio queste nuove realtà d’impresa, che producono birre di eccellenza secondo metodi di lavorazione artigianale, rappresentano la novità più rilevante emersa all’interno del mondo birrario nazionale”. Oggi i micro birrifici in Italia sono 862, per una produzione di 504.000 ettolitri, in crescita del 4,3% sul 2017. Le organizzazioni censite da Nord a Sud contano 3000 addetti e si suddividono in Birrifici artigianali (692) e Brew pub (170). La quota di mercato a loro associabile è del 3,1%. Ancora il presidente Mencaroni: “In Umbria, come nelle altre regioni italiane, i micro birrifici, stanno conoscendo una fase di positivo consolidamento dopo la crescita impetuosa di qualche anno fa: al 31 dicembre 2018 al Registro Imprese della Camera di Commercio di Perugia risultavano attivi 26 Birrifici e una decina di BeerFirm. Sono aziende molto giovani, nate quasi tutte dopo il 2010, ma con solide potenzialità”. Il Premio Cerevisia nasce per sostenere questo fenomeno, affiancarlo nella sua crescita, assecondarlo nei percorsi di produzione ispirati alla qualità, in cui si fondano la tradizione brassicola italiana con l’innovazione.

Birrifici vincitori
4queens Brewery (Molise)
5+ Birrificio Artigianale (Trentino Alto Adige)
Bebo Unconventional Craft-Brewery (Lombardia)
Birra Dei Vespri (Sicilia)
Birra Del Borgo (Lazio)
Birra Del Parco (Lombardia)
Birrificio 61cento (Marche)
Fabbrica Della Birra Perugia (Umbria)
Gladium (Calabria)
Jester Birrificio Agricolo (Marche)
Karma (Campania)
Monaci Vesuviani (Campania)
San Gabriel (Veneto)
Saragiolino (Toscana)
Serrocroce (Campania)
Soralama’ (Piemonte)
Theresianer (Veneto)

I commenti sono chiusi.