martedì 19 marzo - Aggiornato alle 11:47

Premio Ercole Olivario: aperte le iscrizioni, anche online, per l’edizione 2019. Fasi finali a Perugia

Due le categorie previste (oli extravergine e extravergine dop e igp) per il prestigioso concorso dedicato alle eccellenze olearie territoriali italiane. Nuova menzione ‘monocultivar’

Premio Ercole Olivario

di D.N.

Il Premio Ercole Olivario ha aperto le iscrizioni, anche online, per l’edizione 2019. La numero ventisette della sua storia. Due le categorie previste dalla gara (oli extravergine e extravergine dop e igp). Nel corso della cerimonia di premiazione saranno assegnati 5 award speciali, tra cui la nuova menzione “olio monocultivar”. C’è tempo fino al 31 gennaio per partecipare al prestigioso concorso dedicato alle eccellenze olearie territoriali italiane. Le fasi finali si svolgeranno dal 25 al 30 marzo a Perugia.

Nuova piattaforma L’Ercole Olivario guarda già al 2019 e per la sua prossima edizione, la n. 27, apre le iscrizioni anche online. E’ con questa novità che il concorso dedicato alle eccellenze olearie territoriali italiane scalda i motori in vista delle selezioni nazionali che si svolgeranno dal 25 al 30 marzo 2019 in provincia di Perugia, alla presenza di una delegazione di giornalisti e buyer in arrivo dalla Cina. Fino al 31 gennaio sarà dunque possibile iscriversi al Premio anche attraverso la nuova piattaforma www.planbweb.it/ercoleolivario, che consentirà di inviare la domanda in tempo reale e in alternativa alla procedura standard (spedizione alle Unioncamere Regionali competenti per territorio oppure alla segreteria del Concorso). Il regolamento completo e la modulistica di iscrizione sul sito www.ercoleolivario.it.

Due categorie Riservata agli oli ottenuti esclusivamente da olive italiane, come da tradizione la prestigiosa competizione – organizzata dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di Perugia e il sostegno del Sistema Camerale Nazionale, delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio di qualità italiano – premierà le prime due etichette in due distinte categorie previste da regolamento (oli extravergine e extravergine DOP E IGP), per ciascuna delle seguenti tipologie: fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso.

Fase finale Dopo una prima ricognizione delle Commissioni tecniche locali, che selezioneranno i migliori oli per ogni regione, si passerà dunque alla fase finale del concorso, durante la quale si svolgeranno le selezioni nazionali. Sarà un’intensa settimana di degustazioni che, dal 25 al 30 marzo, vedrà a lavoro una giuria composta da 16 esperti degustatori di 16 regioni differenti per decretare i vincitori assoluti della XXVII edizione dell’Ercole Olivario. Non mancheranno, inoltre, i momenti di approfondimento anche in un’ottica di promozione internazionale. Accanto ad un seminario tecnico riservato ai produttori (29 marzo), i riflettori saranno infatti puntati sulla Cina, con diversi focus sull’olio Extravergine di Oliva nel paese del Dragone e con il coinvolgimento diretto di una delegazione di operatori cinesi (giornalisti e buyers), grazie alla collaborazione con ICE.

Premiazione La cerimonia di premiazione, in programma sabato 30 marzo a Perugia, sarà infine l’occasione per assegnare il Premio Speciale Amphora Olearia (all’olio finalista che recherà la migliore confezione, secondo i parametri stabiliti dal regolamento), la Menzione Speciale “Olio Biologico” (al prodotto, certificato a norma di legge, che otterrà il punteggio più alto tra gli oli biologici finalisti), il Premio Lekythos (alla personalità straniera che si è distinta per conoscenza delle tecniche d’assaggio), il Premio “Giovane imprenditore” (al titolare rappresentante dell’impresa con età fino a 40 anni) e la nuova Menzione “Olio Monocultivar” (dedicata all’olio monocultivar che ha ottenuto il punteggio più alto).

I commenti sono chiusi.