mercoledì 13 novembre - Aggiornato alle 23:16

‘Pan’Olio’, il festival dell’olio del Trasimeno: obiettivo, inseguire «l’opportunità di essere unici»

Torna a Panicale, e a Castiglione del Lago per un convegno, la quinta edizione dell’evento che vuole mettere a rete i produttori del territorio. Primo appuntamento ‘Frantoi Aperti 2019’

La conferenza stampa di Pan'Olio

Un festival, dedicato all’olio extravergine di oliva del Trasimeno, sempre più in crescita, specializzato nel settore dell’enogastronomia di qualità e che affonda le sue radici in un territorio unico. Sarà un weekend all’insegna dell’olio nuovo quindi, ma anche del vino, prodotti tipici, incontri e musica. Il 26 e 27 ottobre, nelle principali piazze e vie del centro storico di Panicale, torna con la quinta edizione Pan’Olio, che quest’anno darà il via anche alle iniziative del cartellone di Frantoi Aperti.

Presentazione Il programma dettagliato del festival è stato presentato martedì 22 ottobre a Perugia negli spazi di Umbrò: sono intervenuti il presidente dell’Oleificio cooperativo Il Progresso Stefano Coppetti, l’agronomo Leonardo Laureti di Landscape Office Agronomist, società che sta accompagnando l’Oleificio in un percorso di crescita e che ha in mano il progetto di rilancio dell’olio dell’Isola Polvese, e il presidente della Strada dell’Olio Dop Umbria Paolo Morbidoni in rappresentanza di Frantoi Aperti. Durante la due giorni di Panicale, autentico scrigno dell’Umbria, sarà possibile degustare i migliori prodotti del Trasimeno e dell’Umbria seguendo un percorso sensoriale a tappe attraverso differenti produttori e tipi di olio con un’attenzione particolare agli abbinamenti vino-cibo. Si potrà anche partecipare a concerti, spettacoli teatrali, incontri scientifici con i massimi esperti del settore e tanto altro.

Alla ricerca di sinergie «Pan’Olio tra le sue finalità ha come obiettivo principale – ha sottolineato Coppetti – quello di mettere sempre più a rete i produttori di olio del Trasimeno con l’intento di promuovere tutto il territorio lacustre. E da qui ecco spiegato anche il coinvolgimento di Frantoi Aperti. L’auspicio, anche grazie all’Unione di comuni, è che dal prossimo anno si cominci a parlare anche del festival dell’olio del Trasimeno anche in altri comuni». Morbidoni, dopo aver ricordato che proprio con Panicale e anche con l’evento di Bevagna prenderà il via Frantoi Aperti con sette week end fino all’8 dicembre, ha sottolineato che con l’area del Trasimeno «si è avviato un processo in prospettiva molto interessante, con l’obiettivo di dare a questo territorio del lago una specificità dentro il circuito di Frantoi Aperti». «L’intento è quindi di valorizzare tutto questo – ha aggiunto – a cominciare dalla cultivar del luogo, la Dolce Agogia, passando per l’Isola Polvese e i tanti borghi che fanno da cornice al Trasimeno». E a parlare della produzione di olio della Polvese è stato infine Laureti: «Quest’anno una produzione di ottima qualità che non ci aspettavamo, con olio eccellente, olive sane e oliveto a pieno regime».

Programma Pan’Olio darà così la possibilità a tutti i visitatori di conoscere le bellezze più suggestive di Panicale, inserito nel club dei Borghi più belli d’Italia, con il Museo del Tulle, il Teatro Cesare Caporali, le piazze, i caratteristici vicoli e con dieci taverne aperte per l’occasione. Il Festival dedicato all’olio extravergine di oliva del Trasimeno è giunto al quinto anno di vita ed è organizzato dall’Oleificio cooperativo ‘Il Progresso’. Pan’Olio si rivolge inoltre ad un pubblico vasto, costituito da semplici curiosi e da esperti, amanti della buona tavola, consumatori che gradiscono l’unione del gusto e della tradizione ma anche da chi vorrebbe conoscere meglio l’affascinante mondo dell’olio. Punto di forza e marchio distintivo della manifestazione sarà, come sempre, l’attenzione all’aspetto culturale e alla divulgazione della cultura dell’olio. Per questo motivo la giornata inaugurale di sabato 26 ottobre si aprirà con un convegno dal titolo ‘Olio del Trasimeno: l’opportunità di essere unici’, presso Palazzo Duca della Corgna a Castiglione del Lago, dove interverranno esperti del settore olivicolo umbro in merito al contesto territoriale dell’olivicoltura del Lago Trasimeno. Nello splendido borgo medievale immerso nel verde tutto parlerà di Olio Extravergine di Oliva, dai ristoratori che proporranno menù a tema con piatti tipici, locali che studieranno particolari aperitivi fino ai negozi del centro storico che verranno invitati ad abbigliare a tema le proprie vetrine e ad uscire in piazza con i propri prodotti tipici da offrire al vasto pubblico.

Info Presso l’Info Point è possibile ritirare il buono per il percorso enogastronomico. Chiusura ticket: Sabato 26 ottobre – ore 23; domenica 27 ottobre – ore 18. Il programma completo è consultabile su: www.panolio.org.

I commenti sono chiusi.