mercoledì 20 novembre - Aggiornato alle 23:49

Pampepato di Terni, richiesta Igp sul tavolo di Regione e Ministero

A Palazzo Donini e al Mipaaft il dossier sul dolce natalizio ternano, emozionata la presidente del comitato produttori Ivana Fernetti

di Mar. Ros.

A metà percorso l’iter per il rilascio della certificazione Igp del Pampepato di Terni: la documentazione per la domanda è stata inviata lunedì primo ottobre alla Regione Umbria e al Ministero per le politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo.

Pampepato Relazione storica, relazione socio-economica, relazione tecnica, cartografia della zona di produzione e documento unico con la caratterizzazione del dolce sono stati spediti agli uffici competenti di Palazzo Donini e del Mipaaft. A siglare la domanda di registrazione, Ivana Fernetti della pasticceria Marchetti, in qualità di presidente del comitato Produttori Pampepato di Terni. Nella lettera la sorpresa della denominazione: è ammesso pure il termine Panpepato ovvero con la lettera ‘n’ al posto della ‘m’.

Il comitato dei 35 produttori La consegna del dossier alla Regione è in linea coi tempi annunciati da Giuliana Piandoro direttore della Camera di commercio qualche settimana fa. Ora due mesi di tempo per le valutazioni salvo proroghe per ulteriori documenti, poi l’ultima parola spetta all’Unione europea. A dare notizia dell’avvenuto invio del dossier, è stata direttamente la presidente del comitato produttori Ivana Fernetti in un post Facebook pubblicato, ovviamente, sulla pagina degli ‘stregati’.

Tutti vogliono l’IGP Nel frattempo si avvicina il Natale e senza dubbio il comitato sta tramando qualcosa di importante per offrire al dolce tipico della tradizione ternana la giusta vetrina, visto che è stato lanciato verso il riconoscimento della Indicazione geografica protetta. Attendendo il marchio Ue giallo e blu, sarà ancor più piacevole salutare le feste degustando il Pampepato e chissà che Leonardo Latini non si cimenti in qualche sfida pasticcera da sindaco della città.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.