martedì 23 ottobre - Aggiornato alle 00:48

Olio, «La vallata d’oro» incorona ancora una volta il Frantoio Batta di Perugia. I premiati

La manifestazione dedicata alla cultura dell’extravergine d’oliva ha assegnato nei giorni scorsi i riconoscimenti

La raccolta delle olive in Umbria (foto F.Troccoli)

«La vallata d’oro» incorona ancora una volta il Frantoio Batta di Perugia. Per la categoria professionisti dell’Umbria la giuria della manifestazione ha assegnato il primo premio all’azienda perugina già più volte distintasi per la qualità del proprio prodotto. La consegna dei premi ai migliori oli dell’anno 2017 è avvenuta a chiusura della edizione 2018 de «La vallata d’oro» che quest’anno è stata ospitata dal borgo di Castiglion Fosco (Perugia). Il secondo posto, sempre per la categoria professionisti, è andato all’azienda agricola Bacci Noemio, mentre al terzo posto si è posizionato il Frantoio Ranchino che ha comunque tenuto alta la bandiera del territorio orvietano dopo la vittoria ottenuta nell’edizione precedente.

La manifestazione «La vallata d’oro» è una manifestazione dedicata alla cultura dell’olio extravergine d’oliva. Buona la partecipazione di pubblico all’edizione appena archiviata, con un successo particolare riscontrato dalla conferenza dedicata all’olivicoltura, settore che deve fare i conti con i danni causati dall’ondata di freddo invernale. Tornando alle premiazioni, per la categoria piccoli produttori, in cui gareggiavano essenzialmente produttori locali della Valnestore, si sono classificati: al terzo posto Sergio Corgna, al secondo Ferdinando Corradini, al primo posto, per il secondo anno consecutivo, l’azienda agricola Greppeppe che si è confermata vincitrice. La premiazione ha seguito un rigido disciplinare di panel test diretto dagli assaggiatori Umao di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.