Currently set to Index
Currently set to Follow
lunedì 6 dicembre - Aggiornato alle 15:47

Mieleinumbria: a Foligno convegni, laboratori, degustazioni e mostra mercato con i produttori

Rassegna dedicata al miele per sostenere e valorizzare il mondo dell’apicoltura umbra (3mila apicoltori e 42mila alveari) dopo un periodo di crisi

Miele umbro

Sostenere e valorizzare il mondo dell’apicoltura umbra dopo un periodo di crisi: è l’obiettivo di Mieleinumbria, la rassegna dedicata al miele e agli apicoltori, in programma sabato 20 e domenica 21 novembre a Foligno e presentata lunedì mattina in Comune. Convegni di approfondimento, una mostra mercato con la presenza dei produttori nella corte di Palazzo Trinci, un laboratorio di apicoltura riservato ai bambini ma anche eventi legati alle degustazioni del miele, uno spazio per le acconciature legate al tema delle api saranno al centro della manifestazione, promossa, tra gli altri soggetti, da Comune di Foligno, Apau (Associazione Produttori Apistici Umbri), Felcos Umbria, Naturalmiele.

Evento “E’ nostra intenzione sostenere il mondo dell’apicoltura con Mieleinumbria – ha detto l’assessore Michela Giuliani, che ha delega anche all’agricoltura e allo sviluppo rurale – con un formula rinnovata che propone anche il contatto con i consumatori, attraverso le degustazioni del miele, con i più piccoli, con un laboratorio per far vedere loro come si realizzano le candele, oltre ad alcune novità legate alle acconciature a tema”. Fulvio Rosati, presidente di Apau, ha sottolineato che “finalmente siamo tornati, dopo lo scorso anno, ad organizzare Mieleinumbria e dobbiamo ringraziare il Comune di Foligno per questo. E’ importante mettere al centro l’apicoltura dopo che abbiamo avuto una stagione disastrosa”.

Numeri del settore In Umbria gli apicoltori sono circa 3000 con circa 42mila alveari. Beniamino Romildo
(Naturalmiele) ha sottolineato l’importanza di far conoscere ai bambini il ruolo delle api che “sono al servizio della biodiversità”. Lucia Maddoli, vicedirettrice di Felcos Umbria e coordinatrice nazionale dell’iniziativa “Comuni amici delle api” ha messo in rilievo che “i Comuni possono avere un ruolo rilevante nella sensibilizzazione della popolazione a difesa del ruolo delle api dal punto di vista dello sviluppo sostenibile e ambientale”.

Programma Gli eventi avranno luogo a Palazzo Trinci. In particolare sabato 20 novembre, alle 9,30, si terrà il convegno “Miele api e apicoltori”, presenti, tra gli altri, Fulvio Rosati (Apau), Beniamino Romildo (Naturalmiele), Lorenzo Mariani (Confcooperative Umbria), Riccardo Terriaca (Messaggeri del Miele). Nel pomeriggio dalle 14,30, convegno “La tutela delle api e della biodiversità passa dai territori: un rinnovato impegno dei Comuni amici delle api”, moderato da Lucia Maddoli. Interverranno, tra gli altri, Claudio Porrini, ricercatore del dipartimento di scienze e tecnologie agroalimentari dell’università di Bologna, Michela Giuliani assessore all’agricoltura e allo sviluppo rurale del Comune di Foligno, Umberto Bonetti, vicesindaco di Bevagna, Valentino Filippetti, sindaco di Parrano, rappresentanti delle associazioni di apicoltori. Per domenica 21 novembre è in programma un altro convegno dal titolo “Impollinatori: nuove avversità”.

I commenti sono chiusi.