Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 24 novembre - Aggiornato alle 17:04

Medaglia d’Oro per Mastri Birrai Umbri all’International Beer Challenge: premiata l’Ipa California West Coast

Altro riconoscimento a livello internazionale per l’azienda brassicola, con sede a Gualdo Cattaneo, che si ispira alla valorizzazione della filiera agricola umbra e italiana

La giuria dell’International Beer Challenge

di D.N.

Ancora una birra artigianale umbra ai vertici mondiali. Dopo i recenti riconoscimenti per Birra Perugia e Birra dell’Eremo all’European Beer Star, la California West Coast IPA di Mastri Birrai Umbri, 100% italiana, conquista la medaglia d’oro dell’International Beer Challenge (IBC). Un altro riconoscimento a livello internazionale per l’azienda brassicola della famiglia Farchioni – con sede in Umbria, a Gualdo Cattaneo – che si ispira alla valorizzazione della filiera agricola italiana. Le birre dell’azienda umbra fanno largo uso di materie prime locali spesso autoprodotte e autotrasformate, come nel caso dell’orzo maltato presso MIA, Malteria Italiana Artigianale, l’impianto di ultima generazione annesso al birrificio.

Grande concorrenza A parlare è Marco Farchioni, manager dell’azienda: “Siamo particolarmente lieti di questo riconoscimento perché l’International Beer Challenge è uno dei concorsi più prestigiosi al mondo. L’IBC ha valutato più di 500 birre provenienti da 30 paesi di tutto il mondo. In gara c’erano nazioni dalla lunga tradizione brassicola come Regno Unito, Germania, Belgio e Stati Uniti. Ma anche paesi emergenti come Cile, Bielorussia, Myanmar e Corea del Sud. Insomma, la concorrenza era importante ma l’Italia è stata ben rappresentata. Ne siamo orgogliosi”. Per la prima volta, poi, i giudizi del concorso – con sede a Londra – sono stati effettuati a distanza tramite Zoom. “Come in un anno ‘normale’, le squadre di giudici – un misto di birrai, rivenditori, sommelier e beer writer – hanno assaggiato le stesse birre e hanno scambiato le proprie opinioni, con l’unica differenza che tutto è avvenuto online”, spiega Jeff Evans, presidente dell’IBC. Novità di quest’anno l’istituzione di un trofeo per premiare le No/Low Alcohol beer. “Visto l’elevato numero di birre a basso contenuto alcolico prodotte, abbiamo aggiunto un nuovo trofeo per questo settore. E i nostri giudici sono rimasti enormemente colpiti da ciò che hanno assaggiato”, aggiunge Evans.

Birra con prodotti locali “Il premio alla nostra California West Coast Ipa, una birra realizzata con prodotti italiani al 100%, ci fa sentire ambasciatori non solo del nostro territorio umbro, ma dell’Italia intera”, dichiara ancora Farchioni. “Abbiamo dato il nostro contributo nel dimostrare che la birra artigianale italiana, e in particolare quella da filiera agricola, sta facendo passi da gigante”. E aggiunge: “Grazie all’utilizzo dei magnifici frutti delle nostre terre e alla perizia e sensibilità dei nostri tecnici – come il nostro head brewer Michele Sensidoni – i birrifici artigianali italiani possono ormai, sempre e ovunque, competere alla pari con aziende internazionali di più antica tradizione. E il prossimo anno provvederemo a essere protagonisti anche nella nuova categoria No/Low Acohol Beer presentando la nostra Ipo Super Ipa, un prodotto sempre a filiera corta a bassissimo contenuto alcolico (sotto 1,2°) ma dai contenuti organolettici e nutrizionali di altissimo valore”. La California West Coast IPA premiata dall’IBC è una birra dal colore dorato carico e velato, schiuma di grana fine, molto persistente. Gli aromi ricordano le note agrumate, erbacee e resinose del luppolo appena raccolto. Anche il gusto è segnato dalle sensazioni amare ma piacevoli del luppolo e da leggere note di malto. Questa birra dal corpo medio-leggero e dal retrogusto persistente è perfetta per accompagnare piatti di carne grigliata e hamburger, nonché piatti piccanti e speziati come tacos e chili con carne. “Si chiama California non a caso”, conclude Farchioni con “una beva veloce e divertente”.

I commenti sono chiusi.