Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 16 agosto - Aggiornato alle 03:20

‘La Sagrantina’, in 450 alla passeggiata enogastronomica al tramonto. Protagonista anche Nonna Iside

È sold out la prima edizione della camminata tra borghi, vigne e cantine, ulivi e frantoi. Tra gli eventi collaterali anche un laboratorio artigianale di pasta fresca e degustazioni alla cieca

La Sagrantina, passeggiata enogastronomica

Per “La Sagrantina” è subito sold out. In tanti e molto velocemente non si sono lasciati perdere l’occasione di un viaggio pieno di emozioni a contatto con la natura: 450 partecipanti, con il 75% provenienti da fuori regione. Un percorso fisico e sensoriale con prodotti dell’enogastronomia locale. È la prima edizione de “La Sagrantina”, esperienza unica che il primo weekend di luglio (2 e 3 luglio 2022) avrà come centro nevralgico il meraviglioso borgo umbro medievale di Bevagna.

Passeggiata Sabato 2 luglio ci sarà quindi una suggestiva passeggiata enogastronomica al tramonto (partenza da Bevagna, in Piazza Gramsci) tra le terre del Sagrantino, con musica live della Zastava Orkestar ad attendere i partecipanti in alcune soste e al termine del percorso in piazza (la street band toscana propone musica balkanica made in Maremma ma anche teatro e giocoleria per coinvolgere attivamente il pubblico). Una passeggiata non competitiva per dare la possibilità a tutti e a tutte di percorrere una distanza di 10 km, con le soste in tre cantine (Arnaldo Caprai, Milziade Antano, Cantine Briziarelli) e in un frantoio (Frantoi Petasecca Donati) e l’ultima in Piazza Silvestri con il Mercato delle Gaite. Il tutto tra le bellezze del territorio del Sagrantino nel cuore dell’Umbria, degustando i prodotti dell’enogastronomia locale, in compagnia dei Presidi Slow Food e di accompagnatori sommelier che racconteranno il territorio con pillole sulle cantine che si attraversano e sui vini e prodotti in degustazione.

Sinergie Importante quindi la collaborazione con Slow Food Umbria, con la qualità dei presidi che verranno presentati durante le degustazioni. Ed anche quella con Felcos Umbria (associazione di Comuni per lo sviluppo sostenibile) che grazie al progetto sul cambiamento climatico “People and Planet: A Common Destiny” dà una veste marcatamente “green” a La Sagrantina. “La Sagrantina” nasce infatti dall’idea di declinare al femminile un’eccellenza del territorio, il vino Sagrantino, per promuovere una “way of life”, a contatto con la natura e con gli straordinari prodotti dell’enogastronomia locale, in modo lento e consapevole, senza le frenesie del quotidiano, uno stile di vita sano, di qualità e socialità. Un femminile che indica bellezza, inclusione, accoglienza, un “prendersi cura”, di se stessi, degli altri e di ciò che ci circonda. “La Sagrantina” è un insieme di percorsi, fisici tra borghi, vigne e cantine, ulivi e frantoi, ma anche sensoriali, dai vecchi mestieri della tradizione fino alle degustazioni dei prodotti della terra che si attraversa. E’ un viaggio emozionale che stimola la varietà dei sensi ed il movimento all’aria aperta per un corretto benessere psico-fisico che corrisponde al miglior stato di salute.

Nonna Iside Ma “La Sagrantina” non è solo slowalk visto che il giorno successivo, domenica 3 luglio, sono in programma a Bevagna presso La Fonte Azienda Agricola anche laboratori artigianali di cucina con “Fatta a mano” (corso di pasta artigianale in compagnia della cucina di Nonna Iside) alle ore 10 (a seguire visita in cantina e “Pasta party” in vigna), e degustazioni particolari in vigna con “Blind tasting” (degustazioni alla cieca, inizio alle ore 18.30). “Fatta a Mano” è quindi un mini-corso, un laboratorio artigianale che in una mattinata vuole ricordarci l’importanza di mantenere le tradizioni della nostra cultura popolare e la bellezza di tali momenti di pura socialità, da vivere insieme per poi riportarli nelle nostre case. La degustazione alla cieca di vini, accompagnata da un tipico tagliere umbro di salumi e formaggi locali, punta invece a togliere un livello sensoriale ai classici tre che si hanno durante una degustazione: la vista, l’olfatto ed il gusto. Una iniziativa nata pensando alla “accessibilità” con la collaborazione dell’Associazione di non vedenti “Il Sole”. Tutti, infatti, dalla persona “non vedente o ipovedente” alla persona bendata, saranno nella condizione di attraversare la vigna e la cantina, e di assaggiare il vino sviluppando soltanto il livello olfattivo e quello degustativo. Un evento “for all”, un’esperienza sensoriale atipica e tutta da scoprire.

Partner L’evento è promosso dall’Associazione Culturale Share e Moow srl con il patrocinio della Provincia di Perugia, del Comune di Bevagna, Consorzio tutela vini Montefalco, Strada del Sagrantino e main partner come Felcos Umbria, Slow Food Umbria, Decathlon, Fria, Botanico, Mentelocale. Tra i partner anche Narcisi Auto, Arnaldo Caprai, Milziade Antano, Cantine Briziarelli, Il Mercato delle Gaite, Frantoi Petasecca Donati, Le Barbatelle, La Romagna, Granarium, Viniamo, Taddei enoteca, N’Anticchia, Ikaria, oltre a quelli tecnici come le cantine La Fonte e Dionigi, Trampetti Farmacia, Assidomus, Project Global Service, il Conad di Cannara, Portici, Studio creativo Cristiana Mariani, Il Giardino delle utopie. Media partner: Radio Gente Umbra. Info, contatti e prenotazioni: www.lasagrantina.it.

 

I commenti sono chiusi.