venerdì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:47

Il vino, le bollicine, la tavola, la passione e l’Umbria: il ‘Terrawine festival’ torna a Todi

Obiettivo della due giorni è promuovere il territorio umbro e il mercato del vino, fatto ormai di «dinamismo, contaminazioni culturali e trasversalità». Presenti 300 etichette

terrawine bollicine
Terrawine festival

di D.N.

Tutto è pronto per il weekend di Terrawine Festival a Todi, che si svolgerà sabato 30 novembre e domenica 1° dicembre, nella cornice artistica e storica della Sala delle Pietre di Palazzo del Popolo. Lo slogan dell’evento organizzato dal direttore Salvatore Alfieri, ‘Il vino, la tavola, la passione, l’Umbria’, ha come obiettivo, in un mercato del vino ormai dalla dimensione globale, quello di promuovere il territorio umbro come culla di una pluralità di tematiche culturali che spaziano dal vino nostrano, all’arte e design per toccare con mano le bollicine francesi con grandi brand del mondo dello Champagne.

Il mondo dell’enologia Questo quindi diventa un po’ il fil rouge dell’evento: rendere il mondo dell’enologia non solo settoriale e confinante, ma aperto a «dinamismo, contaminazioni culturali e trasversalità» afferma Alfieri. Terrawine Festival conta quest’anno della direzione tecnica della Sommelier Simona Geri, Wine Educator e Wine event manager, che punta a «stimolare la curiosità e la voglia di conoscere e apprendere nuove o ben consolidate realtà del mondo vino Made in Italy e non solo».

Presenti 300 etichette Todi si ritaglia così il ruolo di “vetrina” per la promozione del territorio, del turismo e dell’enogastronomia. Presenti ci saranno 300 etichette selezionate con la possibilità di creare per direttissima un dialogo con i produttori; diverse anche le masterclass e i seminari organizzati al fine di esplorare, approfondire e migliorare la conoscenza su tematiche dal carattere differente ma con un interesse impattante.

I commenti sono chiusi.