Currently set to Index
Currently set to Follow
mercoledì 3 marzo - Aggiornato alle 03:17

Gubbio nella Guida di Repubblica: ‘Città inimitabile’. Dalla patente da matto alla sua unicità in Umbria

Ciambelotto e “roba cotta”, friccò di pollo e brustengo, passatelli e crescia. Gli artigiani d’eccezioni: percorsi, palazzi storici e ritrovamenti

Dal 24 dicembre in edicola (10,90 euro più il prezzo del quotidiano) e in libreria un volume che racconta il territorio eugubino attraversandone la bellezza, le ricchezze culturali e i sapori, anche grazie alla voce di decine di illustri protagonisti. Ceraioli e artigiani, famiglie che aprono i loro ricettari e chef del territorio, itinerari nella natura e consigli su tutto e il bello e tutto il buono di questo angolo di regione

La guida I palazzi medievali e i tesori del Rinascimento. Le Tavole eugubine, che narrano la storia degli antichi umbri, e i ritrovamenti delle Gole del Bottaccione, che svelano misteri sepolti per milioni di anni. E poi le produzioni del territorio, le tradizioni che scandiscono il calendario, i volti, gli artigiani, gli imprenditori e i protagonisti della vita cittadina. Sono solo alcuni degli ingredienti che danno forma alla Guida di Repubblica dedicata a Gubbio. Il volume propone un grande racconto della città dei Ceri, festa che viene proposta al lettore già in apertura, subito dopo la testimonianza di un “eugubino di adozione”, Flavio Insinna.

Immersione Inizia così l’immersione tra i vicoli e le piazze, i monumenti e i musei, i parchi e le suggestioni come la Fontana del Bargello, intorno alla quale ruota, letteralmente, la tradizione della “Patente da Matto”. Ed ecco le chiese e i conventi, gli eremi e la scoperta del Monte Ingino, sul quale a dicembre prende forma l’Albero di Natale più grande del mondo. Poi lo sport e le iniziative dedicate ai bambini, prima di scoprire le tipicità che prendono forma tra gli allevamenti e l’agricoltura eugubina, le eccellenze come il tartufo e il miele, lo zafferano e la birra, il vino e l’olio.

Mangiare Sono allora decine i consigli su dove mangiare, dove dormire e cosa comprare, con i sapori tipici protagonisti anche nei “Piatti della memoria”; le famiglie eugubine aprono le loro cucine, e i loro ricettari, per proporre ciambelotto e “roba cotta”, friccò di pollo e brustengo, passatelli e crescia. I migliori chef del territorio presentano a loro volta ricette da riproporre a casa. Infine, il territorio che si apre intorno a Gubbio è raccontato con itinerari che toccano Assisi, ripercorrendo le tracce di San Francesco, Gualdo Tadino, Città di Castello, Perugia, fino a Fano e al mar Adriatico.

Unicità «Gubbio è un impasto unico di bellezza i cui ingredienti vanno ricercati nei suoi tratti urbanistici, nella sua storia, nei suoi palazzi, nei suoi vicoli, nella sua gente, nelle sue tradizioni, nei profumi dei prodotti della terra, nella raffinatezza delle sue proposte gastronomiche, nella persistente eleganza dei suoi artigiani», scrive nella sua introduzione il direttore delle Guide di Repubblica Giuseppe Cerasa: «Questo volume nasce proprio per mettere insieme tutto questo e per esaltare le bellezze di una città inimitabile».

Da sapere Il volume sarà presto disponibile anche online su Amazon, Ibs e al link . Dal 24 dicembre in edicola (10,90 euro più il prezzo del quotidiano) e in libreria un volume che racconta il territorio eugubino attraversandone la bellezza, le ricchezze culturali e i sapori, anche grazie alla voce di decine di illustri protagonisti.

I commenti sono chiusi.