martedì 22 gennaio - Aggiornato alle 01:53

Functional food, nasce in Umbria ‘Fondente’. Il ristorante è ricerca, la tradizione il futuro

Progetto di ristorazione in mano a due ragazze in collaborazione con l’università dei Sapori. Ecco tutte le curiosità

di M.T.

Cibo funzionale è la sua missione, una start up la sua forma embrionale, la tradizione la sua vocazione, innovazione, tecnologia e futuro gli ingredienti di base. Benvenuti a Fondente, un progetto di ristorazione made in Umbria, che mette la storia di questa terra nel piatto e la genialità ai fornelli. Due ragazze: Chiara Silvestrucci e Gessica Laloni, sono pronte a sfidare i palati più esigenti, affiancati da un esperto di cucina come Vincenzo Laloni e dall’università dei Sapori, da cui spunta lo chef Andrea Mastrini che firma il menù. Ci hanno lavorato a lungo e hanno scelto Assisi come crocevia di tante strade dell’Umbria, di tante storie, visioni, flussi e contaminazioni, ai piedi del Subasio, nella valle di Santa Maria degli Angeli. Pensano a un pubblico ampio che vuole magiare l’Umbria ma che vuole anche tuffarsi in una esperienza: dalla durata di un pranzo e l’intensità di un viaggio di sapori. I piatti dovranno raccontare una manualità e una operosità antica di questa terra, le cotture lente e tradizionali delle nostre case, dovranno ricordare le stufe e i camini ma, allo stesso tempo, strizzare l’occhio a quanto di più dinamico e virtuoso accade nella ricerca in cucina. Compagno di avventura sarà il cioccolato, con le sue fave di cacao crudo e le imprevedibili combinazioni. Qualcosa di curioso e di nuovo brulica alla periferia di Perugia, ma non è dato scorgere tutti i particolari. Anche se una indiscrezione la lasciamo piacevolmente ‘scivolare’: il cliente potrà personalizzare il proprio cioccolatino con una stampante 3D dedicata, tra i pochi ad averla in Italia. Appuntamento al 10 gennaio con un opening party e aperitivo 4.0, alle 17.30 in via Simone Martini 1, a Santa Maria degli Angeli.

I commenti sono chiusi.