sabato 15 dicembre - Aggiornato alle 12:19

Festa della cipolla, a Cannara l’edizione invernale: nuova occasione per gustare il pregiato prodotto

Due weekend, dal 7 al 9 e dal 14 al 16 dicembre, con un programma frutto della partecipazione di volontari e associazioni del paese

Cipolla a Cannara, conferenza di presentazione edizione winter

di D.N.

A Cannara si punta a tenere alta l’attenzione sulla cipolla e sulle altre eccellenze enogastronomiche ed artistiche del paese. Arriva quindi una nuova occasione per apprezzare il suo più conosciuto e pregiato prodotto, la cipolla, e vivere il borgo tra spettacoli, tradizione e folklore. È Cipolla winter edition, la versione invernale della tradizionale Festa della cipolla settembrina, in programma per due weekend, dal 7 al 9 e dal 14 al 16 dicembre.

Presentazione Ridotta negli spazi gastronomici, perché sarà attivo solo lo stand ‘Al cortile antico’, non per questo sarà meno ricca nella proposta culinaria, nel cartellone collaterale che interesserà tutto il paese e nell’impegno dei tanti volontari che ruotano intorno alla manifestazione. A presentare i dettagli del cartellone, mercoledì 5 dicembre all’Hotel Brufani di Perugia, è stato Roberto Damaschi, presidente dell’Ente Festa della cipolla di Cannara, accompagnato dall’assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria Fernanda Cecchini. Presente anche Donatella Porzi, presidente dell’Assemblea legislativa dell’Umbria.

Proposta culinaria «Veniamo da un successo eccezionale dell’edizione estiva – ha commentato Damaschi – che ha battuto ogni record e superato ogni aspettativa, frutto come sempre del lavoro di tutti. Quest’anno la gestazione dell’edizione invernale non è stata facile, poi il solito spirito e l’impegno per il paese dei tanti volontari e delle associazioni, motore della vita sociale di Cannara, hanno permesso di darle vita. Non abbiamo voluto fare a meno di questo evento che permette di tenere vivo l’interesse su Cannara in questo periodo». Tutto il paese al lavoro dunque per offrire sei giorni di festa, a partire dalla proposta della cucina affidata allo chef Emanuele Sorbini che nell’edizione settembrina firma lo stand ‘Taverna del castello’.

Cipolla come eccellenza «Questa festa è importante dal punto di vista gastronomico – ha commentato l’assessore Cecchini –, ma anche per tenere insieme il tessuto associativo di Cannara, occasione per gli umbri di stare insieme e ritrovarsi. Una bella cosa per la promozione della cipolla che rappresenta un pezzettino di economia della nostra regione e per la quale sosteniamo lo sforzo di una certificazione che la renda anche più preziosa nei mercati umbri e italiani».

Programma Lo stand sarà aperto anche a pranzo l’8, il 9 e il 16 dicembre e tutte le sere ospiterà musica dal vivo. Il programma, poi, dedica molto spazio ai più piccoli. «Il Natale – ha commentato Damaschi – è la festa dei bambini e per loro abbiamo pensato eventi come quelli degli artisti di strada o Babbo Natale in carrozza». Ci saranno anche i mercatini di Natale, l’apertura del concorso presepi per le vie del paese a cura della Pro loco sabato 8 dicembre, la Merenderia nei pomeriggi di sabato e domenica in piazza Baldaccini, sempre qui sabato 8 alle 15.30 il karaoke e domenica 9 alle 17 l’esibizione di Jorik l’equilibrista. Sabato 15 dicembre inoltre doppio appuntamento con il ventriloquo Nicola Pesaresi, alle 16.30 e alle 18. Iniziative anche al teatro comunale Thesorieri con spettacoli e letture per bambini, mentre al museo sabato 8 sarà inaugurata la mostra di pittura ‘Il tempo vuoto’ di Tannaz Lahiji ed Edoardo Cialfi. Spazio alla tradizione e al folklore con i balli di gruppo in piazza sabato 8, la tombolata per nonni e nipoti e l’esibizione del Coro Concentus vocalis domenica 9. La promozione del territorio e dei suoi prodotti passerà domenica 16 per il Gran premio dell’olio mentre venerdì 7 dicembre alle 18 all’Auditorium san Sebastiano ci sarà un convegno dedicato alle possibilità offerte dal Psr dell’Umbria 2014-2020, di cui usufruisce anche questa iniziativa.

I commenti sono chiusi.