mercoledì 8 luglio - Aggiornato alle 22:15

‘Ercole olivario’, diretta streaming per proclamare gli oli vincitori: Umbria seconda regione con più finalisti

Si celebra la qualità italiana nei canali social del concorso, dedicato alle migliori produzioni olivicole nazionali, per dare l’opportunità a tutti di seguire l’evento

Ercole Olivario

di D.N.

Giovedì 18 giugno alle ore 11 saranno proclamati, in diretta streaming, i vincitori della 28esima edizione del Premio Nazionale Ercole Olivario, il concorso nazionale dedicato alle migliori produzioni olivicole italiane. La proclamazione verrà trasmessa nei canali social del Premio Nazionale Ercole Olivario (Youtube, Facebook e Instagram). Si darà così l’opportunità, per la prima volta a tutti, di poter seguire questo evento di celebrazione della qualità italiana. E con 14 oli l’Umbria, a dimostrazione dell’eccellenza dei suoi extravergini, è la seconda regione con più finalisti, subito dopo il Lazio (16).

Oli finalisti Un viaggio, quello dell’Ercole Olivario 2020, che ha percorso virtualmente l’Italia da nord a sud, passando per le isole, facendo tappa nelle regioni ad alta vocazione olivicola e dando visibilità a territori ed aziende. 98 gli oli finalisti selezionati durante le sessioni di assaggio regionali, tra le 184 etichette ammesse a concorrere, e che nelle scorse settimane sono stati svelati in anteprima nei canali social: 8 aziende in Abruzzo, 2 in Basilicata, 5 in Calabria, 7 le aziende in Campania, 1 in Emilia Romagna, ben 16 le aziende nel Lazio, 1 in Liguria, 1 nelle Marche, 11 le aziende in Puglia, 10 in Sardegna, 10 in Sicilia, 9 le aziende in Toscana, 2 in Trentino Alto Adige, 14 in Umbria e una in Veneto.

Panel di giurati Dall’8 al 12 giugno si riunirà presso la Camera di Commercio di Perugia, la giuria nazionale. Un panel guidato da Gianfranco De Felici e composto da 16 degustatori professionisti provenienti da tutte le regioni partecipanti (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto), che nonostante le difficoltà dovute all’emergenza da Covid-19, nel rispetto dei protocolli di sicurezza sanitaria, sarà impegnato nelle sessioni di assaggio che decreteranno i migliori oli e.v.o italiani delle due categorie in gara (DOP/IGP ed EXTRA VERGINE) per le tipologie fruttato leggero, fruttato medio e fruttato intenso. Durante gli assaggi si insedierà poi il capo panel pugliese Alfredo Marasciulo, che seguirà il concorso per il biennio 2021/2022. Il Premio Ercole Olivario è organizzato dall’Unione Italiana delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, in collaborazione con la Camera di Commercio di Perugia e il sostegno del Sistema Camerale Nazionale, delle associazioni dei produttori olivicoli, degli enti e delle istituzioni impegnate nella valorizzazione dell’olio extravergine di oliva italiano di qualità.

Altri premi Gli altri conferimenti quest’anno saranno: la Menzione di Merito Giovane Imprenditore, che andrà ai migliori titolari under 40 degli oli ammessi in finale con un punteggio superiore a 75/100; il Premio Speciale Amphora Olearia, all’olio finalista che recherà la migliore confezione (secondo i parametri stabiliti dal regolamento); la Menzione Speciale “Olio Biologico”, al prodotto, certificato a norma di legge, che otterrà il punteggio più alto tra gli oli biologici finalisti; la Menzione “Olio Monocultivar” (dedicata all’olio monocultivar che ha ottenuto il punteggio più alto).

I commenti sono chiusi.