Currently set to Index
Currently set to Follow
martedì 6 dicembre - Aggiornato alle 12:04

Enogastronomia e territorio con ‘Orvieto, città del gusto, dell’arte, del lavoro’

Appuntamento dal 24 settembre al 3 ottobre con la seconda edizione della kermesse: confronti tra chef, workshop e approfondimenti

Valorizzare le eccellenze del territorio anche in chiave di promozione turistica in una cornice che mette in risalto il patrimonio storico, artistico e architettonico di Orvieto. La città accoglie la seconda edizione dell’evento ‘Orvieto, città del gusto, dell’arte, del lavoro’ in programma dal 24 settembre al 3 ottobre. Quest’anno la kermesse enogastronomica propone approfondimenti tematici e sociali riguardanti la ricaduta economica della filiera del gusto sul territorio e sul mondo del lavoro e della formazione ed è stata ideata per oltrepassare i confini locali, coinvolgendo il pubblico delle regioni limitrofe e favorendo così l’incontro e il confronto tra le eccellenze italiane.

‘Orvieto, città del gusto, dell’arte, del lavoro’ L’evento promosso dal consorzio ‘Orvieto Way of life’, dal Gal Trasimeno-Orvietano e dal Comune di Orvieto e la Fondazione Cotarella. Tanti sono infatti gli obiettivi della manifestazione che si prefigge di contaminare la cucina del territorio con la grande cucina italiana, comunicare e rafforzare sul mercato i vini del consorzio Vini Orvieto, puntare sulla passeggiata enogastronomica con l’obiettivo di valorizzare le piccole imprese locali e i prodotti locali ed i prodotti del territorio e far scoprire le meraviglie artistiche di Orvieto. La manifestazione ha già avuto un prologo il 9 settembre scorso al palazzo del Popolo con il convegno su ‘Arte, cultura ed enogastronomia: territorio e nuove professioni’, e dal 24 settembre al 3 ottobre proporrà ‘cene stellate’ e confronti tra famosi chef, ma anche momenti di approfondimento, workshop, percorsi enogastronomici, incontri sul tema dell’alimentazione sempre finalizzati a far conoscere le tipicità del territorio che da sempre rivestono un ruolo di primo piano nel sistema economico della città e dell’orvietano. Tutti i dettagli del programma sono online.

I commenti sono chiusi.