domenica 17 febbraio - Aggiornato alle 18:56

Dall’Umbria arriva il birraio emergente italiano del 2018: è Luca Tassinati del Birrificio Altotevere

Altro riconoscimento per il mondo della birra artigianale umbra: all’evento brassicolo nazionale ‘Birraio dell’anno’, il birrificio di San Giustino sul gradino più alto del podio

Luca Tassinati premiato come Birraio emergente

di Danilo Nardoni

Un fantastico riconoscimento alla passione e alla professionalità che ci mettono ogni giorno. Dal Birrificio Altotevere di San Giustino è tanta la gioia per un importante premio ottenuto grazie al loro birraio Luca Tassinati. È lui infatti ad ottenere il premio ‘Emergente’, ovvero quello di miglior produttore di birra artigianale italiana con meno di due anni di esperienza. Tutto questo all’evento ‘Birraio dell’anno 2018’ che si è tenuto a Firenze dal 18 al 20 gennaio scorsi, quando sono stati premiati quindi i migliori artigiani della birra italiana.

Birraio dell’anno È invece Marco Valeriani di Hammer – Italian Craft Beer di Villa D’Adda (BG) a conquistare per la seconda volta il titolo di ‘Birraio dell’anno’. Per l’Umbria, al 16/o posto, troviamo Luana Meola e Luca Maestrini del birrificio Birra Perugia, in passato anche loro sul gradino più alto. Il concorso fiorentino, organizzato dal network Fermento Birra, diversamente dagli altri riconoscimenti, non valuta la bontà di una birra ma soprattutto la bravura tecnica del birraio, la sua filosofia, la costanza qualitativa dei prodotti per un anno.

Birraio emergente Facendo proprio leva su questi aspetti ad aggiudicarsi il titolo di ‘Birraio Emergente 2018’, conferito a quel produttore con meno di due anni di esperienza alla guida di un birrificio, è stato quindi Luca Tassinati del birrificio umbro. Dopo qualche anno alla guida della beer firm Monkey Beer, Tassinati ha preso il timone produttivo di un progetto solido che, se pur giovane, nell’ultimo anno ha cominciato a dare i suoi frutti “con ricette eclettiche, che abbracciano stili molto differenti tra loro, eseguite sempre magistralmente”, come spiegano da Fermento Birra. Da segnalare anche il secondo posto del romano Umberto Calabria del birrificio Jungle Juice Brewing, seguito da Giorgio Masio del birrificio Altavia di Sassello (SV), terzo.

I commenti sono chiusi.