Quantcast
martedì 24 maggio - Aggiornato alle 17:05

Ciliegiolo d’Italia, a Narni l’evento per valorizzare produttori, vini e territori dello storico vitigno

Dall’Umbria, Liguria, Lombardia, Toscana, Marche e Lazio arrivano le cantine con degustazioni guidate da firme prestigiose della critica enologica italiana

ciliegiolo vino
A Narni l'evento dedicato al Ciliegiolo

di Dan. Nar.

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con ‘Ciliegiolo d’Italia’. A palazzo dei Priori di Narni con la IV edizione il 19 e 20 maggio torna l’evento dedicato al Ciliegiolo, con la presenza dei produttori e dei vini provenienti dai diversi territori d’Italia dove viene coltivato, tra cui l’Umbria naturalmente. Completano il programma delle degustazioni guidate da firme prestigiose della critica enologica italiana. In Umbria il Ciliegiolo – deve il suo nome al colore della bacca e ad uno dei suoi aromi primari, che richiama la ciliegia, e per questo spesso usato per dare profumi e morbidezza la Sangiovese – rientra nel gruppo di vitigni considerati minori, poiché in disuso negli ultimi decenni, ma largamente coltivato in passato. Sono pochi gli ettari destinati al Ciliegiolo, oggi soprattutto in provincia di Terni. Ma ciò non toglie interesse sempre più crescente per questo vitigno. Ci sono infatti produttori che stanno vinificando in purezza questo vitigno con risultati spesso eccellenti ed è a questi, umbri e non solo, che l’evento vuole dare spazio.

Cantine in degustazione Umbria: Leonardo Bussoletti (Narni, TR), Giro di Vento – Mazzocchi 1919 (Narni, TR), Tenuta Casale Milli (Narni, TR), Ruffo della Scaletta (Narni, TR), Cantina Sandonna (Giove, TR), Vallantica (Sangemini, TR), La Palazzola (Stroncone, TR), Cantina Colli Amerini (Amelia, TR), Zanchi (Amelia, TR), Barbi Vini (Baschi, TR), Fontesecca (Città della Pieve, PG); Liguria: Conte Picedi Benettini (Sarzana, SP), Pino Gino (Castiglione Chiavarese, GE); Lombardia: Ligabue (Capo di Ponte, BS); Toscana: Fattoria Fibbiano (Terricciola, PI), Quercia al Poggio (Barberino Val d’Elsa, FI), Cappella di Sant’Andrea (San Gimignano, SI), Casa alle Vacche (San Gimignano, SI), Piancornello (Montalcino, SI), Caspri (Montevarchi, AR), Podere San Ferdinando (Civitella Val di Chiana, AR), Montenero (Cinigiano, GR), Marco Salustri (Cinigiano, GR), Poderi Firenze (Arcidosso, GR), Villa Patrizia (Roccalbegna, GR), Mantellassi (Magliano in Toscana, GR), Terre dell’Etruria (Magliano in Toscana, GR), Rascioni & Cecconello (Fonteblanda, GR), Sassotondo (Sovana, GR), Antonio Camillo (Manciano, GR), Tenuta I Cavallini (Manciano, GR), Vignaioli Morellino di Scansano (Scansano, GR), La Selva (Albinia, GR); Marche: Gagliardi (Matelica, MC), Enzo Mecella (Fabriano, AN); Lazio: Mara Olivieri (Gallese, VT), Podere Sassi (Tarano, RI).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.