giovedì 21 giugno - Aggiornato alle 12:38
Foto Roberto Donati (Facebook)

Chef awards 2018, Umami di Terni tra i 100 ristoranti con le migliori recensioni online

Cuoco 33enne Diego Mercuri dai fornelli alla serata di gala per il premio nazionale, come nel 2017: doppio riconoscimento

 

di Mar. Ros.

Targa da mettere in bella mostra e trofeo special award, quest’anno Diego Mercuri ha fatto incetta di riconoscimenti. Il ristorante Umami di vico Catina, del 33enne ternano che tra i fornelli trova la sua dimensione ideale, come lo scorso anno, è risultato tra i 100 ristoranti d’Italia meglio recensiti.

Da Terni in Sardegna per la serata di gala È stato premiato al Forte Village resort in Sardegna, sul palco di Chef awards che, rispetto al 2017, ha ampliato i propri criteri di selezione mettendo a confronto 206.353 ristoranti online, 18.178.349 di recensioni per una selezione finale di 1.070 ristoranti con la migliore web reputation per un totale di 470 strutture in più rispetto lo scorso anno. Il focus su cui si basa è la raccolta, sviluppo ed analisi di recensioni online su tutte le piattaforme esistenti, considerata una nuova visione di studio della ristorazione.

Umami «C’è attenzione al cliente e molta fantasia del cuoco, ottimo il servizio». «Piatti non banali e presentati con gusto e fantasia. Sapori ben equilibrati, si distinguono gli ingredienti i quali non vengono ‘camuffati’. Tutto buono e una nota di merito in più ai dolci». «Il locale è veramente carino, personale cordiale e molto attento alle esigenze dei clienti. Il cibo buonissimo, ritornerò sicuramente!». Sono solo alcune delle ottime recensioni di cui gode Umami su Tripadvisor, apprezzamenti che hanno riconfermato Diego nella lista dei best 100 chefs 2018.

Mercuri ai fornelli Per Diego, che ogni giorno insieme alla sua metà Angelika ama perdersi nella preparazione e la cura dei suoi piatti, con un orecchio sempre teso al cliente, doppia soddisfazione. Non solo perché oltre alla targa ha vinto il trofeo per il post social più cliccato (nell’ambito di un’iniziativa promossa sempre da Chef award) e nemmeno perché ha concesso il bis visto il successo anche dello scorso anno: «È incredibile che in soli due anni e mezzo di attività, Umami sia riuscito ad innescare questo tam tam di buone recensioni – dichiara a Umbria24 – è una vera gioia ritrovarsi su quel palco accanto a colossi stellati della ristorazione italiana».

Studio della ristorazione L’obiettivo del progetto Chef awards è dare importanza a tutti i ristoranti italiani, alla loro cucina, alla loro storia e cultura, basandosi sul parere delle persone che hanno avuto modo di conoscerla e testarla di persona. Chef awards 2018 Forte Village si afferma il punto d’incontro degli esponenti delle più importanti Aziende del settore food e del digitale, insieme ai veri protagonisti dell’alta ristorazione: i best 100 chefs. Sei della top ten dello scorso anno, hanno cucinato per la serata di gala Chef awards in occasione della premiazione, chissà che prima o poi non tocchi anche allo chef di Terni.

@martarosati28

I commenti sono chiusi.